Cronaca

Brucia scarti vegetali e rischia di incendiare il bosco a Poti. Fino a settembre è vietato accendere fuochi all'aperto

E' arrivato il vero caldo e il pericolo incendi si alza sensibilmente. Soltanto nella giornata odierna per due volte i vigili del fuoco del comando aretino si sono dovuti muovere a causa di due distinti allarmi. Il primo, in mattinata intorno alle...

incendio-bosco2

E' arrivato il vero caldo e il pericolo incendi si alza sensibilmente. Soltanto nella giornata odierna per due volte i vigili del fuoco del comando aretino si sono dovuti muovere a causa di due distinti allarmi. Il primo, in mattinata intorno alle 10, per un possibile incendio di bosco in zona Poti. L'allerta è poi fortunatamente rientrato. Il secondo per un rogo di sterpaglie a bordo strada a Ponte Buriano.

Nel primo caso l'intervento è stato sollecitato a causa del denso fumo alzatosi a colonna da una porzione di bosco: un passante, preoccupato, ha allertato i vigili del fuoco perché le fiamme non si spandessero tra il fitto della vegetazione. Il fuoco, verosimilmente originato da un privato che stava bruciando resti vegetali, è stato contenuto e, addirittura, non è stato necessario l'intervento dei vigili, rientrati dopo il primo allarme. Evidentemente, chi aveva acceso il fuoco è riuscito anche a limitarlo e a spegnerlo.

Va ricordato, tuttavia, che in questo periodo dell'anno, dal primo luglio al 31 agosto, è severamente vietato accendere fuochi all'aperto, con l'eccezione di barbecue ma soltanto nelle pertinenze delle abitazioni e con una serie di rigide prescrizioni da osservare.

Già alla fine di giugno, un insensato abbruciamento di residui vegetali, aveva dato origine a un pericoloso incendio in zona Castelsecco.

@MattiaCialini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brucia scarti vegetali e rischia di incendiare il bosco a Poti. Fino a settembre è vietato accendere fuochi all'aperto

ArezzoNotizie è in caricamento