Pugni e botte all'uscita del tribunale. Lite tra cognati degenera in zuffa

A sedare i bollenti spiriti ci hanno pensato i vigili giurati presenti che hanno separato i due contendenti. Sul posto sono intervenuti 118 e Volante della polizia

La lite è scoppiata appena fuori dall'aula. Pugni, cazzotti, spintoni e insulti. Attimi concitati nell'area dell'ex Garbasso, attuale sede del tribunale di Arezzo. Nella giornata di ieri, 13 maggio, due uomini si sono affrontati proprio di fronte all'edificio dopo l'udienza di uno di quei processi che, per la loro delicatezza, vengono celebrati nonostante le limitazioni imposte dall'emergenza sanitaria Covid-19. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma veniamo ai fatti. Il procedimento ha come protagonisti due ex coniugi. Il marito deve rispondere dell'accusa di maltrattamenti in famiglia nei confronti della moglie. Al termine dell'udienza, presieduta dal giugice Ada Grignani, la donna è uscita dall'edificio accompagnata dal fratello. Poco dopo li ha raggiunti l'ex che ha cominciato una furiosa lite con il cognato proprio nel piazzale di fronte alla Vela. A sedare i bollenti spiriti ci hanno pensato i vigili giurati presenti che hanno separato i due contendenti. Sul posto sono intervenuti 118 e Volante della polizia. A quanto pare il fratello della donna sarebbe rimasto leggermente ferito ed è dovuto ricorrere alle cure dei medici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vasco Rossi incontra Scanzi e Mastandrea: "Saluti dall'Italia, quella bella"

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Arezzo, già 12 casi di Legionella. La Asl: "Ecco come si può contrarre e come prevenirla"

  • Travolta dal marito in retromarcia: è in prognosi riservata

  • Il prof Caremani: "Attenzione, il virus non è più buono d'estate. E i politici diano l'esempio, vedo foto da irresponsabili"

  • Un'altra vittima in moto: scontro fatale per un 61enne. Era presidente del Consorzio Agrario di Ancona

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento