Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico

Botte in centro storico, sei minorenni denunciati: avevano preso di mira due coetanei

La vicenda è successa a metà marzo in una piazzetta nel cuore della città

Un'aggressione violenta, che ha richiesto l'intervento delle forze dell'ordine. Protagonisti otto minorenni, tutti di origine straniera, che alcuni giorni fa sono arrivati alle mani in una piazzetta del centro storico. Della delicata vicenda si sta occupando la Squadra Mobile di Arezzo, guidata da Francesco Morselli. L'episodio è venuto alla luce in occasione della Festa della Polizia, celebrata ieri, durante la quale è stato stilato un bilancio delle attività dell'ultimo anno. 

L'aggressione, sulla quale nulla era ancora emerso vista la giovanissima età dei ragazzi coinvolti, è avvenuta lo scorso  marzo. Gli agenti della Mobile, dopo accurati accertamenti, hanno denunciato in stato di libertà 6 minorenni. I reati che sono stati loro ascritti sono ingiurie e lesioni personali in concorso. In pratica, sei ragazzini, per motivi ritenuti futili dagli inquirenti, si sono scagliati contro altri due giovanissimi. 

Era il tardo pomeriggio quando si è scatenato il parapiglia. I sei, dei quali uno aveva precedenti penali, hanno prima intimorito poi picchiato (non è chiaro se a mani nude o meno) i due. Uno scontro impari, che si è concluso con lesioni riportate dalle due vittime. 

Non è il primo episodio violento tra giovanissimi che si sta verificando ad Arezzo. Due anni fa ci fu un vero e proprio allarme per una baby gang  alla quale appartenevano una decina di ragazzi stranieri e aretini che seminava il terrore tra i coetanei tra minacce e pestaggi alla luce del sole. Aggressioni che hanno creato serie preoccupazioni alle famiglie dei ragazzi presi di mira. Gli inquirenti all'epoca indagarono e riscontrarono un fenomeno purtroppo non denunciato dai giovanissimi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte in centro storico, sei minorenni denunciati: avevano preso di mira due coetanei

ArezzoNotizie è in caricamento