Bombe inglesi della seconda guerra mondiale scoperte e fatte esplodere ad Anghiari

Immediata la messa in sicurezza del sito da parte dei Militari Forestali e l’avvio della procedura per l’attivazione del nucleo artificieri di Piacenza

Scoperta, nelle colline di Anghiari, una santa barbara della seconda guerra mondiale. Quello che apparentemente sembrava un castagneto da frutto nascondeva un segreto risalente all’ultimo conflitto mondiale.
Tutto ha avuto inizio nel periodo delle feste natalizie durante le quali i Carabinieri della Stazione Forestale di Sansepolcro, hanno notato all’interno di un castagneto un piccolo terrazzamento che l’azione battente delle piogge di questi giorni aveva parzialmente scoperto, portando alla luce, le forme tipiche dei residuati bellici e tra questi una decina di proietti anticarro inglesi denominati ‘’PIAT’’ ancora con il tipico odore di ‘’pasta di mandorle’’ e una ventina di bombe da mortaio sempre di fattura inglese anch’essi intatti e ben conservati. 

Immediata la messa in sicurezza del sito da parte dei Militari Forestali e l’avvio della procedura per l’attivazione del nucleo artificieri di Piacenza i quali giunti sul posto in data odierna hanno provveduto a traferire i residuati all’interno di un’area appositamente allestita dove gli stessi  sono stati fatti esplodere per simpatia ovvero con delle cariche c4 che, deflagrando hanno distrutto la riserva esaurendo le relative cariche esplodenti. L’origine della 'santa barbara' è da ricondurre, con molta probabilità,  all’esercito inglese il quale in avanzata verso la ‘’Linea tedesca difensiva Karin’’ (che da Anghiari arrivava fino alle colline sopra il paese di Capolona attraversando Subbiano da est ad ovest) aveva approntato in quella zona delle postazioni finalizzate ad allentare ‘’la Karin‘’ per creare una testa di ponte e giungere cosi sulle successive fortificazioni della linea gotica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm in arrivo: regioni chiuse e nuova divisione per colori. Cosa cambia per la Toscana

  • Toscana ancora in zona gialla? Si decide. Nuovo Dpcm: massimo 2 ospiti non conviventi in casa

  • Saturimetro: come funziona e quali sono i migliori modelli da acquistare on line

  • Banda dell'Audi bianca, è caccia aperta: le segnalazioni e la foto virale che fa sperare nell'arresto. Ma è un'altra operazione

  • Marito e moglie fermati da finti militari, picchiati e rapinati

  • Neve e vento forte: è codice giallo in provincia di Arezzo. L'elenco dei comuni interessati

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento