rotate-mobile
Cronaca

Bloccati sulla ruota panoramica, l'imprenditore: "Ecco cosa è accaduto e come è stato risolto il problema"

Le scuse e il contatto con la famiglia: "Abbiamo spiegato quale problema si era verificato: come nelle funivie, il meccanismo può bloccarsi ma tutto è stato risolto in pochi minuti. Ci spiace molto che il bambino si sia impaurito"

"Come accade alle funivie e alle seggiovie, anche le ruote panoramiche possono subire un blocco dei meccanismi. È quello che è successo ieri alla nostra attrazione. Il sistema di sicurezza è entrato in funzione subito e tutto si è risolto nel più breve tempo possibile. Siamo molto dispiaciuti per la famiglia e per il bambino che si è spaventato: con il padre ci siamo sentiti e abbiamo chiarito la situazione". Così il responsabile della ruota panoramica installata al Prato - attrazione fulcro della Città del Natale - racconta la disavventura di ieri, quando l'attrazione ha avuto un blackout e, attorno alle 18,15, si è fermata per un breve lasso di tempo. In pochi minuti ha poi ripreso a girare, ma per alcuni i tempi si sono allungati.

"Come da procedura di sicurezza - spiega l'imprenditore Christian Caldari - abbiamo prima capito il problema, e poi ci siamo adoperati per risolverlo. In questi casi infatti non basta far ripartire la ruota: ci sono leggi fisiche da rispettare per non perdere il "bilanciamento" dell'attrazione.  Abbiamo così fatto scendere le persone chiaramente in modo sicuro, ma non in fila, perché altrimenti le variazioni di peso avrebbero sbilanciato l'attrazione. Per questo non potevamo far scendere tutti e subito, in maniera casuale. Quando si verificano queste situazioni tutto deve rimanere in una sorta di equilibrio, per non destabilizzare la ruota e restare in sicurezza. Così, alcuni utenti sono scesi dalla loro cabina quasi subito, altri, come è accaduto alla famiglia che ha raccontato la sua esperienza, sono dovuti scendere per ultimi".

Le persone che erano nell'attrazione, racconta l'imprenditore, sono state rimborsate: "Due di loro avevano anche perso l'autobus e abbiamo pagato loro un taxi. Ci spiace non essere riusciti a intercettare la sera stessa la famiglia rimasta in attesa".

Nel frattempo sul posto sono arrivati i vigili del fuoco che hanno seguito le operazioni ed era presente il personale della sicurezza dislocato al Prato che ha assistito a tutte le procedure e tranquillizzato di volta in volta le persone che scendevano. 

"Alla fine abbiamo fatto il test di controllo della ruota (senza più nessuno a bordo) - conclude Caldari -  e una volta verificato che il problema era risolto, abbiamo riaperto l'attrazione".

Questa mattina il proprietario e il giovane padre sono riusciti a parlarsi e a chiarire la situazione: la famiglia ha ricevuto le scuse e le spiegazioni su quanto avvenuto ed ha apprezzato molto il gesto dell'imprenditore: presto si incontreranno, proprio all'ombra della ruota panoramica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bloccati sulla ruota panoramica, l'imprenditore: "Ecco cosa è accaduto e come è stato risolto il problema"

ArezzoNotizie è in caricamento