Cronaca A1

Bloccato con il cagnolino dentro l'auto: bimbo di un anno salvato dai poliziotti

Sono stati gli agenti della Polstrada di Battifolle a scongiurare il peggio

Sono stati attimi di grande concitazione e di panico.
Da una parte una madre nel panico e dall'altra un bimbo, di appena un anno e mezzo, in lacrime terrorizzato.

Sono stati gli agenti della Polstrada di Battifolle ad intervenire per prestare soccorso ad una 30enne e al suo piccolo protagonisti di una disavventura al cardiopalma. 

Nel pomeriggio di ieri la donna stava viaggiando a bordo di una Opel Astra lungo la corsia sud dell'A1 insieme a suo figlio e al cane. Si è fermata nell'area di servizio Badia al Pino Ovest. E' scesa dall'abitacolo e, convinta di avere con sé le chiavi, ha chiuso la portiera. Soltanto un istante più tardi si è accorta di averle lasciate sul cruscotto. Ha tentato di aprire lo sportello. Niente. La portiera è rimasta chiusa. In preda al panico ha iniziato a piangere temendo il peggio. Al tempo stesso il piccolo, impressionato forse dallo stato della madre, ha iniziato a sua volta a disperarsi.

Ad accorrere in suo aiuto sono arrivati gli agenti della Polstrada che in quel momento si trovavano con due pattuglie sul posto.

La donna ha spiegato l'accaduto e, in un attimo, i poliziotti sono entrati in azione comprendendo che non c’era neppure un secondo da perdere. Così la donna ha distratto il bimbo per fargli girare la testolina dal lato opposto e gli agenti, con un martelletto, hanno rotto il lunotto posteriore della Opel, dosando a puntino la forza dei colpi per evitare di fare troppe schegge.

Tutto è riuscito alla perfezione e il bimbo, dopo un po’ di pianti, è stato abbracciato dalla mamma.
Attorno all’auto si era formato un capannello di persone che, spaventate per la tragedia annunciata, appena il vetro ha ceduto hanno accompagnato l’operazione di salvataggio con un fragoroso applauso. Poco dopo i poliziotti hanno sistemato la Opel, liberandola dalle schegge e mettendo un cartone al posto del lunotto, consentendo così alla donna, al suo bimbo e al cane di proseguire con cautela fino a un meccanico.

La donna, originaria della Romania ma residente da anni a Poggiorusco in provincia di Mantova, stava viaggiando alla volta di Roma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bloccato con il cagnolino dentro l'auto: bimbo di un anno salvato dai poliziotti

ArezzoNotizie è in caricamento