Bar chiuso per 'cattive frequentazioni'. A giugno identico provvedimento con l'accusa di spaccio

Il bar era già stato chiuso a giugno con l'accusa di spaccio di cocaina. Adesso arriva il nuovo provvedimento

Nuova chiusura per un bar della zona Villaggio Dante di Arezzo. Dopo il provvedimento dell’11 giugno scorso del Questore di Arezzo, originato da episodi di spaccio di cocaina che avvenivano all’interno del bar, arriva un altro provvedimento di sospensione dell’attività.

Questa volta nel mirino sono le frequentazioni del pubblico esercizio, con l’acclarata presenza all’interno di persone gravate da precedenti/pregiudizi di polizia, tra le quali il cittadino albanese già arrestato per spaccio di stupefacenti nel corso dell’operazione della Squadra Mobile del giugno scorso, dalla quale era scaturito il precedente provvedimento di chiusura.
Nel corso di alcuni controllo è stata accertata l’assenza, non occasionale, del titolare della licenza e del suo rappresentante, con la presenza invece di persone che non avevano alcun titolo alla gestione del locale.

Il controllo di venerdì 21 agosto eseguito da personale della Squadra Amministrativa della Divisione di Polizia Amministrativa della Questura, ha consentito di riscontrare anche molteplici violazioni della normativa di prevenzione alla diffusione del Covid, tra cui la mancanza dei prodotti igienizzanti per il pubblico, l’assenza di adeguata cartellonistica informativa e soprattutto la mancanza di protezione con mascherina da parte dell’improvvisato gestore, evidentemente ignaro delle ormai note disposizioni in materia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In un periodo di generale recrudescenza del fenomeno della diffusione del Covid, i controlli serrati da parte degli operatori della Questura di concerto con le altre Forze di polizia mirano a prevenire il verificarsi di comportamenti che mettano in pericolo la sicurezza e la salute pubblica, attenzionando soprattutto i luoghi di aggregazione dove la diffusione del contagio può essere agevolata dalla mancanza di misure idonee. Il provvedimento di sospensione della licenza è stato notificato ieri in tarda mattinata dagli Agenti della Squadra Amministrativa e per trenta giorni il locale dovrà tenere le serrande abbassate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Elezioni regionali 2020: i risultati di Arezzo. Susanna Ceccardi la più votata del comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento