Cronaca

Vecchia Banca Etruria, i giudici: "In nove mesi eroso due terzi del patrimonio netto"

"Pochi mesi e il capitale di Banca Etruria fu dissipato". E' quanto sostenuto dai giudici che ieri hanno dichiarato lo stato di insolvenza dell'istituto di credito aretino. Lo svela il Corriere della Sera che questa mattina rende nota parte della...

federconsumatori_tribunale

"Pochi mesi e il capitale di Banca Etruria fu dissipato". E' quanto sostenuto dai giudici che ieri hanno dichiarato lo stato di insolvenza dell'istituto di credito aretino. Lo svela il Corriere della Sera che questa mattina rende nota parte della motivazione: "Nell'arco di 9 mesi - tra dicembre 2014 e settembre 2015 - emerge una riduzione del patrimonio netto di circa i 2/ 3". In pratica una erosione del 65,8 per cento, che - come riporta la giornalista Fiorenza Sarzanini - un mese e mezzo dopo arrivò al cento per cento. Ovvero l'azzeramento totale. Come se non bastasse i giudici hanno poi sottolineato che "alla data di avvio della risoluzione (il 22 novembre) il patrimonio netto risultava integralmente eroso da ulteriori perdite".

Un verdetto severo, in base al quale il pool coordinato dal Roberto Rossi dovrà valutare se sia necessaria l'iscrizione nel registro degli indagati di ulteriori rappresentanti del cda in carica in quei 9 mesi, durante i quali, tra l'altro, ci fu il commissariamento (febbraio 2015). Motivazioni che puntano l'attenzione su quelle uscite che gli ispettori di Bankitalia definirono "illegittime". Si parla di compensi da capogiro per consulenze (per un totale di 17 milioni di euro) e poi la lunga serie di finanziamenti per i quali mancavano le garanzie, cifre che poi non sono mai rientrate. E alla fine il buco di Banca Etruria è arrivato a 3 miliardi.

A fronte di questo, sempre i giudici hanno ritenuto grave la mancanza di strategie da parte del cda per risollevare le sorti della banca. Si legge sulla motivazione che non era stato "nemmeno indicato quali fossero le strategie innovative rispetto al passato, che la banca intendeva seguire per superare lo stato di crisi".

Tutti aspetti al vaglio del procuratore Rossi e del suo pool di magistrati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vecchia Banca Etruria, i giudici: "In nove mesi eroso due terzi del patrimonio netto"

ArezzoNotizie è in caricamento