Banca Etruria, processo per falso in prospetto: chiamati a testimoniare due dirigenti Consob

Prosegue il procedimento a carico degli ex vertici dell'istituto di credito aretino

Nuova udienza per processo per falso in prospetto che vede imputati gli ex vertici di Banca Etruria. Di fronte al giudice Stefano Cascone saranno chiamati a testimoniare Tiziana Togna, dirigente Consob, e Paolo Troiano che fu commissario dell'istituto bancario aretino. Ancora al centro del dibattimento la posizione di Consob in merito all'intricata vicenda. 

Il processo per falso in prospetto vede accusati Luca Bronchi, Giuseppe Fornasari e David Canestri.
L'intero procedimento ruota attorno alla comunicazione che Banca Etruria presentò alla Consob nel 2013 sul collocamento delle obbligazioni subordinate.

Secondo l'accusa, sostenuta dalla pm Julia Maggiore, fu Luca Bronchi, su mandato dell'allora Cda, a compilare il prospetto ritenuto ingannevole per i risparmiatori. Un'ipotesi di reato che vedrebbe il concorso di Fornasari e Canestri. Su tale prospetto non sarebbero state chiare le condizioni di crisi in cui la banca versava e non sarebbe stato specificato il grado di rischio delle obbligazioni subordinate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Covid e Natale: attesa per il nuovo Dpcm. Cenoni, aperture e spostamenti al vaglio del governo

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento