menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Ti uccidiamo", pestato dal branco davanti alla figlioletta. 11 denunciati: hanno tra i 15 e 17 anni

E' stato in seguito alla denuncia sporta contro ignoti che i carabinieri valdarnesi hanno avvitato le indagini e sono riusciti a risalire all'identità degli aggressori.

Lesioni e minacce aggravate.
E' questa l'accusa che è stata mossa contro undici giovanissimi che lo scorso ottobre hanno aggredito un 30enne all'interno di un parco di San Giovanni Valdarno.

L'episodio ha visto protagonisti dei ragazzi di età compresa tra i 15 e i 17 anni oltre ad un maggiorenne. Il branco, a seguito di un diverbio, si scagliò senza pietà contro l'uomo che si trovava lì insieme alla figlia piccola.
E' stato in seguito alla denuncia sporta contro ignoti che i carabinieri valdarnesi hanno avvitato le indagini e sono riusciti a risalire all'identità degli aggressori.

30enne finisce in ospedale 

La lite e poi il pestaggio

Martedì 16 ottobre un uomo, sangiovannese di 30 anni, esce di casa con la figlioletta. La sistema sul passeggino e si dirige verso i giardini pubblici. Sono le 18 circa e fuori inizia a fare buio. Arrivato al parco nota un gruppo di ragazzi che, per gioco, si lancia contro dei sassi raccolti da terra. Preoccupato per la loro incolumità e per quella della figlia, li redarguisce dicendo loro di smettere.
Per tutta risposta gli si avvicinano e iniziano a ricoprirlo di insulti e minacciarlo di morte. In pochi minuti lui si ritrova accerchiato e qualche istante dopo deve schivare calci e pugni che arrivano da ogni angolo.
Un pestaggio in piena regola che gli provocato ferite giudicate guaribili in otto giorni.

Le indagini e le denunce

Poco dopo l'accaduto, e subito dopo essere stato curato, l'uomo si è recato presso la casarma dei carabinieri di San Giovanni Valdarno. Qui ha raccontato quanto subìto e sporto denuncia.
E' stato grazie al contributo di alcuni testimoni, che i militari di San Giovanni in collaborazione con in collaborazione con i colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno identificato il branco.

"Si tratta - fanno sapere i carabinieri - di 11 ragazzi, alcuni dei quali di origine straniera, che sono stati segnalati alla procura della Repubblica presso il tribunale dei minori di Firenze e alla procura della Repubblica presso il tribunale di Arezzo per i reati di lesioni aggravate e minaccia aggravata".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    I fiocchi di Carnevale

  • Attualità

    100 candeline per nonna Rosa

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento