rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Cronaca Indicatore

Autista neo assunto sale sul bus per apprendere il percorso: costretto a fare il biglietto

E' successo ieri mattina lungo il tragitto della Linea 2 urbana tra Arezzo e Indicatore: il 25enne dipendente di Autolinee Toscane ha scongiurato la multa del verificatore, ma non l'obbligo di fare il ticket a bordo da 1,50 euro

Conducente di Autolinee Toscane neo assunto, salito sul bus per apprendere il tragitto, costretto a fare il biglietto da 1,50 euro pena la multa del verificatore. E' successo ieri mattina, intorno alle 11,15, a bordo del mezzo pubblico di Autolinee Toscane - che gestisce il servizio Tpl in tutta la regione -, dopo che era salito a bordo il verificatore di una ditta esterna, la Holacheck di Modena. Si tratta di una figura che quotidianamente è impegnata ad Arezzo: in provincia ne sono attivi 3 o 4 al giorno. I verificatori sono incaricati dalla Regione Toscana e si aggiungono ai controllori già messi a disposizione Autolinee Toscane: come loro, si occupano di verificare il corretto possesso dei titoli di viaggio dell'utenza.

Cosa è successo sulla linea 2

Il conducente multato è un giovane neo assunto, era salito a bordo per apprendere dal collega più esperto, in quel momento alla guida, le strade da percorrere e le fermate da fare lungo il percorso della linea urbana 2 che collega Arezzo e Indicatore, quando è incappato nel controllo del verificatore, salito in zona Baldaccio. Il giovane era in abiti borghesi e non aveva con sé il cartellino identificativo di dipendente Autolinee Toscane, anche se era al fianco del conducente che gli stava illustrando il tragitto. Il verificatore dapprima ha prospettato al neo assunto la multa per non avere il biglietto, poi - dopo le spiegazioni del conducente - ha acconsentito ad evitare la sanzione, ma solo se avesse acquistato un ticket da 1,50 euro.

Sindacati all'attacco

Il sindacalista Alfonso Marzi, referente di Uiltrasporti, attacca dopo quanto accaduto: "C'è troppa intransigenza nei confronti dell'utenza da parte di Holacheck. I verificatori sono incentivati economicamente a fare multe e questo rappresenta un problema. Non solo, spesso i controlli di tali verificatori comportano fermate di 3-4 minuti, che rappresentano un'eternità per un conducente che, da contratto, deve rispettare una tabella di marcia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autista neo assunto sale sul bus per apprendere il percorso: costretto a fare il biglietto

ArezzoNotizie è in caricamento