Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Contagi in aumento, D'Urso: "I festeggiamenti per l'Italia una delle cause, la variante Delta preoccupa"

Il direttore sanitario sulla crescita dei casi negli ultimi giorni: "Ci aspettiamo un trend in aumento, particolarmente a carico delle classi di età più basse e nelle persone over 50 non vaccinate"

Negli ultimi giorni i nuovi casi positivi al Covid sono aumentati, nella giornata di ieri erano 306 in tutta la Toscana, il dato più alto dalla fine di maggio. Il balzo giornaliero ha interessato anche il territorio dell'area vasta dell'Asl sud est, nell'ultima settimana sono stati 286 i contagi, 86 nell'Aretino. Il numero più alto nella giornata di ieri con 24 nuovi positivi che hanno interessato ben 12 comuni della provincia, ciò vuol dire che il virus sta tornando a diffondersi in gran parte del territorio. L'altro dato che emerge è l'età dei contagiati, la maggior parte è sotto i 34 anni, con gli under 18 presi particolarmente di mira. 

"E’ chiaro che essendo un periodo di vacanze ci siano più contatti tra le persone che favoriscono un incremento dei casi" - afferma il direttore sanitario dell'Asl Toscana sud est Antonio D'Urso. I festeggiamenti dei campionati europei, con comportamenti dettati dall’euforia hanno influito sui dati odierni, come dimostrano i cluster individuati nel Lazio nei giorni scorsi e che fanno riferimento proprio a gruppi di persone che hanno assistito alla partita ed hanno celebrato la vittoria dell’Italia senza utilizzare i dispositivi di protezione individuale".

A preccupare è anche la variante Delta, che interessa la maggior parte dei nuovi casi. Nell'ultimo report dell'Asl sud est erano ben 62 i casi di Delta riscontrati tra il 16 e il 19 luglio, 27 dei quali nella provincia di Arezzo. "Senza dubbio questa variante ha caratteristiche che ci preoccupano, non tanto dal punto di vista sintomatologico ma per la sua estrema facilità di diffusione" - il commento di D'Urso.

Un incremento che non si arresterà nei prossimi giorni, stando alle parole del direttore sanitario.

"Ci aspettiamo un trend in aumento come dimostrano i casi degli ultimi giorni particolarmente a carico delle classi di età più basse e nelle persone over 50 non vaccinate. L’unico strumento che abbiamo- oltre alla vaccinazione- è tracciare tutti i contatti per evitare che si diffonda la variante. In questo è essenziale la collaborazione piena e spontanea delle persone con infezione al COVID-19 quando vengono contattate dalla Centrale di Tracciamento nell’indicare i contatti avuti nei giorni precedenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contagi in aumento, D'Urso: "I festeggiamenti per l'Italia una delle cause, la variante Delta preoccupa"

ArezzoNotizie è in caricamento