Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Attentato suicida a Kabul, Mugnai: "Dolore per le vittime". Castelfranco Piandiscò nel sistema di accoglienza

La crisi umanitaria dell'Afghanistan legata al potere dei talebani sta peggiorando di minuto in minuto. Oggi pomeriggio l'attentato all'aereoporto, poche ore prima che il gate per le ultime partenze chiudesse

Mentre in queste ore l'opinione pubblica continua ad assistere all'aggravamento della situazione in Afghanistan arriva la notizia dell'impegno che l'amministrazione comunale di Castelfranco Piandiscò intende prendere aderendo alla rete Sai del Sistema di Accoglienza e integrazione.

Un'azione piccola ma molto significatica che tra l'altro sta ottenendo l'approvazione da parte della cittadinanza che si mostra sensibile e disponibile a poter dare un contributo per quanto sia possibile.

Nella pagina Facebook del Comune è apparsa la nota che spiega che "L’amministrazione comunale di Castelfranco Piandiscò ha scelto di dare seguito alla richiesta di Anci che ha invitato i comuni ad aderire alla rete Sai (Sistema Accoglienza e Integrazione) e ad attivarsi per affrontare in maniera solidale l’emergenza afghana. Dopo alcuni giorni di riunioni e confronti con i comuni già facenti parte dalla rete e con l'Unione dei Comuni del Casentino, che svolge il ruolo di capofila, l’amministrazione ha inviato questa mattina formale richiesta di adesione alla rete. I recenti eventi in Afghanistan hanno colpito l’opinione pubblica creando un clima di incertezza e paura per i cittadini Afghani che hanno collaborato in questi anni con le forze internazionali intervenute in quella regione. In particolare, le scene che i media ci stanno proponendo mostrano la drammaticità della condizione di quanti stanno cercando di fuggire da un regime totalitario e violento. Il timore è, soprattutto, per le donne ed i bambini che, dopo aver sperato in un cambio di impostazione della società, si vedono scaraventati in una situazione di perdita dei più basilari diritti civili, in un clima di violenza e repressione. Stiamo tutti guardando con ansia la costituzione di corridoi umanitari per permettere a quanti vivono nel pericolo di poter sperare in un futuro e il nostro Comune ha scelto di fare la sua parte per quanto sarà necessario."

E' di poche ore fa la notizia dell'attentato suicida proprio all'aereoporto di Kabul messo in atto poco prima che il gate gestito dai soldati americani venisse chiuso. Si contano già oltre 10 vittime. E su questo si è espresso il parlamentare aretino di Coraggio Italia Stefano Mugnai: "Attentato suicida all’ingresso dell’aeroporto di Kabul: niente è peggio dei disastri ampiamente previsti. Dolore per le vittime. L’Italia, grazie all’autorevolezza del presidente del Consiglio Mario Draghi, svolga un ruolo da protagonista per uscire da questo vicolo cieco geopolitico, militare e umanitario. E lo faccia a fianco degli alleati, sapendo dialogare con tutti. Perché, come previsto, al peggio non c’è mai fine. Ed al peggio non si può, non si deve mai rassegnarsi".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attentato suicida a Kabul, Mugnai: "Dolore per le vittime". Castelfranco Piandiscò nel sistema di accoglienza

ArezzoNotizie è in caricamento