Attentato a Manchester, paura per gli aretini all'estero. Sofia: "Ti svegli una mattina e scopri il disastro"

"Ti svegli una mattina e scopri questo disastro".  Le parole arrivano su Facebook colme di preoccupazione. A scriverle è Sofia Dahir, mamma di tre splendidi figli, che da poco tempo con la propria famiglia vive a Manchester.  Per molti anni ha...

 

"Ti svegli una mattina e scopri questo disastro". Le parole arrivano su Facebook colme di preoccupazione. A scriverle è Sofia Dahir, mamma di tre splendidi figli, che da poco tempo con la propria famiglia vive a Manchester. Per molti anni ha abitato poco lontano da Arezzo, a Castelluccio. Poi la scelta di raggiungere il Regno Unito, dove vivono i fratelli. Questa mattina, anche per lei come per molti aretini presenti in territorio inglese, la notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno: un drammatico attentato terroristico si è consumato ieri sera nel cuore della Gran Bretagna. Proprio a Manchester, all'interno della più grande arena indoor d’Europa, dove si svolgeva un concerto di Ariana Grande. Ventidue, al momento, le persone che hanno perso la vita, tra queste ci sono anche bambini. E l'intera città adesso è bloccata dalla paura.

"Abitiamo lontano dal luogo dell'attentato - racconta Sofia - ma mia sorella, che lavora in quella parte di città, mi sta raccontando che è un vero disastro. Le persone sono terrorizzate, il numero dei morti sale e i feriti sono arrivati a 59 (alle ore 10,30 del mattino ndr)".

Le notizie arrivano in tv, sul cellulare e in ogni mezzo di comunicazione: una parte della città è completamente bloccata, e la paura si fa sentire forte.

"Si, siamo molto impauriti - racconta Sofia - svegliarsi e scoprire queste notizie ci fa preoccupare. Al momento però non sono state prese precauzioni particolari. Ci è stato detto di mantenere la calma e di continuare la vita di sempre".

Una impresa non da poco, all'indomani del peggiore attentato avvenuto nel Regno Unito dal 7 luglio del 2005 quando una serie coordinata di attacchi suicidi uccise 52 persone e causò 700 feriti.

Foto tratta da Youtube.com

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento