menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coingas, parte civile subito o dopo l'udienza preliminare? Oggi l'assemblea dei soci

Nella maggioranza di Palazzo Cavallo tutti concordi nel farlo, ma ci sono distinguo sulle tempestiche. Subito per la Lega, dopo per OraGhinelli e per Fdi

Si apre una settimana importante dal punto di vista politico e amministrativo. Oggi pomeriggio si terrà l'assemblea dei soci di Coingas. I rappresentanti dei Comuni si riuniranno a distanza con il presidente Franco Scortecci. Il punto all'ordine del giorno è quello della costituzione di parte civile della Spa in vista dell'udienza preliminare fissata per il 23 marzo per il caso che intreccia le consulenze Coingas, la nomina di Macrì alla presidenza di Estra e il paventato aiuto a Bardelli in cambio della nomina di Amendola a presidente della Multiservizi.

E' la seconda assemblea che affronta il tema dopo quella del 12 febbraio scorso che terminò senza una votazione, ma con la proposta della vicesindaca del Comune di Arezzo, che detiene la maggioranza relativa di Coingas, di valutare con il parere di un avvocato di costituirsi parte civile dopo l'udienza preliminare, quando fossero più chiari i destini degli imputati ed eventualmente di coloro che fossero usciti di scena nel caso in cui il Gup non ne chiedesse il rinvio a processo.

La delicatezza della vicenda sta tutta nei nomi e nei ruoli dei coinvolti. Nell'udienza preliminare infatti arriveranno come imputati il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli e l'assessore al bilancio Alberto Merelli, il presidente di Estra Francesco Macrì, l'ex presidente di Coingas Sergio Staderini e l'attuale Franco Scortecci. 

Sia all'interno dell'amministrazione che della Spa si dovranno evitare conflitti di interesse diretti nel prendere una decisione che ha bisogno di valutazioni serene e distaccate che abbiano l'obiettivo di tutelare l'ente pubblico e l'interesse comune. Pare appurato che tutte le forze politiche coinvolte si siano espresse a favore della costituzione di parte civile, ma ci sono discrepanze importanti sulle tempistiche. La vicesindaca Tanti espressione di OraGhinelli e Fratelli d'Italia pensano che sarebbe meglio farlo dopo il rinvio a giudizio, auspica una decisione immediata invece la Lega che ha parlato per voce del suo neo commissario Matteo Grassi. "Certo - aveva dichiarato nei giorni scorsi Grassi - sappiamo, come sostiene anche l'assessore Tanti, che possiamo eventualmente procedere civilmente qualora vi siano delle rilevanze che evidenzino danni subiti dalla partecipata. Ma la cosa più semplice, e anche quella più garantista, e costituirsi parte civile subito." 

Altro appuntamento importante in questo senso si avrà il 25 febbraio con il prossimo consiglio comunale. Da parte dell'opposizione è stato annunciato un atto di indirizzo, che verrà portato in dibattito con il quale verrà chiesto all'amministrazione di procedere alla costituzione di parte civile. Un invito, come sottolineato dai firmatari, rivolto anche ai consiglieri di centrodestra che dovranno votare il documento e, nel caso, farlo proprio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Psicodialogando

    Come si trasforma il nostro corpo quando ci innamoriamo

  • Eventi

    Benedetta Torrini vince Sanremo Newtalent

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento