Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Assalto alle Poste di Pratantico, i testimoni: "Rapidissimi e a volto scoperto. Ormai qui sembra il Far West"

La voce di alcuni residenti che nella tarda serata di ieri sono stati svegliati da un forte boato

 

"Poco prima di mezzanotte ho sentito un forte boato e insieme a mia moglie ci siamo affacciati subito alla finestra per capire cosa fosse successo. C'era un cattivo odore nell'aria, abbiamo avuto paura".

A parlare è uno dei residenti di Pratantico, frazione alle porte di Arezzo, che abita proprio nel palazzo che affaccia sul parcheggio delle poste, dove nella tarda serata di domenica una banda ha assaltato il postamat, causando un forte rumore, che ha svegliato tutti i residenti del paese.

Esplosione nella notte a Pratantico: assalto e incendio alle Poste
 

"Abbiamo visto contemporaneamente uscire due persone dall'ufficio postale, una aveva qualcosa in mano, ma non so con precisione cosa fosse. Si sono avviati verso la strada dove c'era un'auto ferma ad aspettarli di colore scuro, o nera o blu; il complice a bordo li ha fatti salire e velocemente sono scappati in direzione Indicatore. Dimostravano un po' di fretta. Hanno fatto il colpo nel giro di pochi minuti, 2 o 3 al massimo, è stata una cosa rapidissima".

Questo è lo scenario a cui hanno assistito marito e moglie che abitano al primo piano della palazzina che ospita bar, tabaccheria e negozio di parrucchiere. Gli stessi non hanno nascosto che nelle scorse settimane ci sono stati furti in appartamento, proprio in alcune case intorno al piccolo centro commerciale di Pratantico.

"Entrambe le persone avevano il volto scoperto, uno dei due era alto e longilineo. Tra di loro in quegli istanti non hanno comunicato, quindi non sono riuscito a capire che accento avessero. Sono andati via a passo spedito. Sembrava gente che sapeva quello che faceva, molto preparata".

Il forte boato non ha svegliato solo i vicini più diretti, ma anche altri residenti un po' più distanti dal luogo dell'assalto.

"Era un quarto a mezzanotte, più o meno, ho pensato subito che ci fosse stata una rapina al bancomat. C'è chi è uscito e ha visto i ladri a volto scoperto però chiaramente non ha assistito in diretta al furto. Praticamente hanno bruciato tutto, ma la direttrice stamani ci ha detto che non hanno portato via molti soldi, ma hanno fatto numerosi danni all'ufficio".

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento