rotate-mobile
Cronaca

"Lavoratori e popolazione a rischio", Asl sospende l'attività di un'azienda orafa che ha sede in un condominio cittadino

L'azienda, che lavora per conto terzi, potrà riprendere l'attività non appena avrà messo in pratica tutte le prescrizioni richieste dal Pisll

Il servizio di Prevenzione, igiene e sicurezza luoghi di lavoro (Pisll) della Asl Toscana Sud Est ha adottato un provvedimento di sospensione per una attività orafa che lavora per conto terzi.

L’attività è collocata all’interno di un condominio nella zona abitata di Arezzo. "I controlli effettuati dal servizio Pisll (Prevenzione, Igiene e Sicurezza Luoghi di Lavoro) del dipartimento della Prevenzione della Ausl Toscana Sud Est, hanno evidenziato gravi carenze dal punto di vista della salute e della sicurezza dei lavoratori ai sensi del D.L.gs 81/08 che hanno portato alla sospensione dell’attività fino a quando non saranno ottemperate le prescrizioni dello stesso organo di vigilanza"

Le prescrizioni sono volte a "eliminare l'esposizione ai rischi per la salute dei lavoratori e della popolazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Lavoratori e popolazione a rischio", Asl sospende l'attività di un'azienda orafa che ha sede in un condominio cittadino

ArezzoNotizie è in caricamento