Cronaca

Arsa viva dal compagno, in appello la condanna a 14 anni

L'omicidio è stato volontario per questo la condanna è di 14 anni di reclusione. Così il verdetto della corte d'appello che si è espressa sulla drammatica morte della donna di mezza età di origini rumene che faceva una vita da clochard nella...

giustizia-tribunale

L'omicidio è stato volontario per questo la condanna è di 14 anni di reclusione. Così il verdetto della corte d'appello che si è espressa sulla drammatica morte della donna di mezza età di origini rumene che faceva una vita da clochard nella periferia aretine e che fu cosparsa di benzina e data alle fiamme con un accendino dal compagno con il quale condivideva la vita di stenti e di giornate improvvisate. Tentò di rifugiarsi in un bar in via Duccio da Boninsegna, morì dopo giorni di agonia in soepdale. Proprio per lui, Guran Bunomi, è arrivata la condanna, dopo un iter giudiziario travagliato.

In primo grado la pena era stata esattamente la stessa, ma poi in appello il reato era stato derubricato a omicidio preterintenzionale e così la condanna era scena a 10 anni, tra le polemiche dell'opinione pubblica. La corte di cassazione ha invece stracciato quel verdetto rimettendo tutto in mano ad una nuova corte d'appello, quella di Perugia che doveva giudicare Guran Bunomi per omicidio volontario. E così è stato anche per la forte volontà del figlio della vittima e del suo avvocato di parte civile, Domenico Nucci.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arsa viva dal compagno, in appello la condanna a 14 anni

ArezzoNotizie è in caricamento