Oltre mezzo chilo di hashish tra casa e auto, giovane aretino in manette

E' quanto hanno scoperto gli agenti di Polizia. Denunciato anche un 20enne

Più di mezzo chilo di sostanze stupefacenti. Ecco cosa hanno sequestrato gli agenti di Polizia ad un ragazzo aretino di 22 anni. E' il risultato di una perquisizione nata in seguito al controllo di un veicolo che si trovava parcheggiato nei pressi di Paizza del Popolo, ad Arezzo.

Lunedì scorso (31 agosto), durante un servizio di controllo sul territorio, la volante della Polizia passando nei pressi di Piazza del Popolo aveva notato un'auto parcheggiata con a bordo due ragazzi aretini che avevano catturato l'attenzione degli agenti. I due - N.M. di 20 anni alla guida e P.C. di 22 anni - stavano armeggiando all'interno dell'abitacolo e in particolare il 22enne, seduto lato passeggero era intento a contare un’ingente somma di denaro, che poi aveva consegnato all’altro soggetto il quale, alla vista della Polizia, aveva provveduto a celare sotto la gamba destra.

Dopo averli identificati gli agenti hanno provveduto a perquisire i due. Sono così state trovate circa 400 euro, un oggetto atto ad offendere e due armi da taglio. Ma l’atteggiamento particolarmente nervoso di P.C. durante il controllo, ha insospettito gli agenti che hanno perquisito anche la sua auto, distante pochi metri da quella dove era stato identificato.

All'interno del veicolo ecco saltare fuori, vicino al cambio dell’auto, un panetto di cellophane trasparente contenente 100 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish. A quel punto gli agenti si sono recati presso l’abitazione del ragazzo e durante la perquisizione, all’interno della camera da letto del giovane, sono stati rinvenuti altri quattro panetti di sostanza stupefacente sempre del tipo hashish per un peso complessivo di 400 grammi e un involucro di cellophane trasparente contenete della marijuana.

La sostanza stupefacente è stata sequestrata mentre P.C. è stato arrestato con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, e condotto nella casa circondariale di Arezzo. N.M. è stato denunciato a piede libero perché trovato in possesso di strumenti atti ad offendere e in concorso per il reato di cui sopra in materia di stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus: 1.892 nuovi casi e 44 decessi. I dati della Regione Toscana

  • Coronavirus, calo dei casi in Toscana: oggi 962 positivi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento