menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Gestisce la piazza di spaccio a Palermo, catturato in piena notte un componente della mafia nigeriana

L'uomo è stato fermato dai carabinieri della compagnia di San Giovanni Valdarno in pieno centro a Montevarchi

E' stato catturato in piena notte in centro a Montevarchi dai carabinieri della compagnia di San Giovanni Valdarno.

L'uomo, cittadino nigeriano, a quanto pare faceva parte di un'organizzazione criminale ben strutturata che tra il 2017 e il 2018 insieme ad altri nove connazionali, avrebbe gestito un vasto giro di spaccio di sostanze stupefacenti, eroina e cocaina, in provincia di Palermo.

E' stato durante un normale controllo del territorio che i militari valdarnesi lo hanno fermato. Dalla consultazione della banca dati sono saltati fuori non solo i precedenti penali ma anche un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. Così è stato accompagnato in caserma in modo poter essere sottoposto ad ulteriori accertamenti circa la sua situazione.

Secondo quanto riscontrato dai carabinieri, l'uomo avrebbe dovuto scontare una pena detentiva in Sicilia ma, prima di finire dietro alle sbarre, aveva lasciato l'isola facendo perdere le proprie tracce. La condanna, scaturita in seguito alle indagini condotte dalla procura ordinaria e dalla direzione distrettuale antimafia di Palermo, era estata emessa dal tribunale di Palermo e riconosceva l'uomo come appartenente alla criminalità organizzata nigeriana.

I carabinieri della compagnia di San Giovanni, dopo gli accertamenti di rito, lo hanno identificato e trasferito in carcere dove dovrà essere trattenuto per garantire l’applicazione della custodia cautelare. 

La criminalità di matrice etnica ed in particolar modo nigeriana, sta emergendo, in questi ultimi anni, come fenomeno su scala nazionale ed internazionale - spiegano i carabinieri valdarnesi - strutturata in confraternite, si caratterizza per una struttura unitaria all’occorrenza, ma normalmente le articolazioni sono indipendenti per la gestione delle ordinarie attività criminali, principalmente legate alla droga o alla prostituzione. I carabinieri stanno svolgendo ulteriori accertamenti per verificare il motivo della presenza dello straniero nel capoluogo valdarnese. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento