menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dai Balcani ad Arezzo trasportando clandestini: coppia fermata e arrestata dalla Polstrada

Due cittadini stranieri avevano pagato 6mila euro per arrivare a Roma: fermati ad Arezzo, dovevano arrivare a Roma ma non avevano documenti regolari

Avevano pagato cinquemila euro per arrivare in Italia. La loro destinazione era Roma, ma ad Arezzo si sono imbattuti su una pattuglia della Polizia Stradale che dopo una serie di controlli ha sgominato una vera e propria organizzazione dedita al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Due persone, un uomo e una donna originari di Salerno, sono state arrestate, mentre le indagini per capire quale fossero i meccanismi per far arrivare in modo illegale migranti dall'Asia vanno avanti.

Il sodalizio è stato scoperto durante uno dei numerosi i controlli della Polizia Stradale in Toscana per prevenire le condotte di guida pericolose. Ieri mattina le pattuglie di Battifolle, impegnate a vigilare sul tratto aretino della A1, sono entrate in azione a Badia al Pino intimando l'alt a un’Audi A5 con targa romena e con bordo quattro persone a bordo. "Seduti davanti - spiega la Polstrada - c'erano un uomo e una donna, entrambi residenti in provincia di Salerno, dietro due cittadini stranieri senza passaporto. I documenti li teneva la donna nella sua borsetta: erano passaporti dello Sri Lanka senza alcun visto di ingresso in Italia o paesi dell’area Schengen".

Le quattro persone sono quindi state accompagnate negli uffici della sottosezione dove, in seguito ad accurati accertamenti, risultava che i due stranieri si erano affidati ad un connazionale che, dietro il pagamento di 5mila euro ciascuno, li aveva fatti arrivare in un Paese dell’est europeo. Da lì poi erano stati accompagnati in Slovenia, dove erano stati presi in consegna della coppia italiana, a cui avevano pagato altri mille euro ciascuno per poter raggiungere Roma.

I due italiani sono stati arrestati per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. L’autovettura e i circa settemila euro in contanti, trovati addosso alla donna, sono stati sequestrati.

Sono in corso accertamenti sui collegamenti internazionali dei due arrestati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento