menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dalla provincia di Arezzo alla stazione di Empoli con dosi di droga: 29enne arrestato

L'ipotesi degli inquirenti è quella di trasferte per spacciare lo stupefacente: sequestrati quasi due etti, tra hashish e marijuana. Oggi il processo per direttissima a Firenze: il giovane ha l'obbligo di firma nel comune di residenza

Arrestato un 29enne albanese residente in provincia di Arezzo. E' successo ieri pomeriggio nel corso di controlli fatti dagli agenti del Commissariato di Empoli, con il supporto di tre pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Toscana. Intorno alle 15 i poliziotti erano sul piazzale esterno della stazione ferroviaria empolese, qui hanno notato un giovane che usciva dalla stazione e, alla loro vista, è poi tornato indietro. Insospettiti dal suo atteggiamento, lo hanno raggiunto procedendo al suo controllo. Era un ventinovenne, cittadino albanese in regola con il permesso di soggiorno, proveniente da San Giovanni Valdarno, che da subito si è mostrato insofferente e nervoso durante i controlli di rito. E' stato così perquisito e, nella tasca destra dei suoi pantaloni aveva un involucro di cellophane celeste con all’interno sostanza stupefacente che, analizzato anche dalla polizia scientifica, era hashish (10 grammi circa). Nella tasca sinistra aveva invece 795 euro in banconote di vario taglio. Il tutto è stato sequestrato. Valutate le circostanze, che hanno fatto ritenere agli agenti che il giovane fermato si fosse recato ad Empoli  per spacciare stupefacenti, gli operatori hanno deciso di recarsi a San Giovanni Valdarno, a casa sua. Qui, nel corso della perquisizione nella sua camera, è stata rinvenuta altra sostanza stupefacente, sempre avvolta in cellophane celeste: hashish (circa 165 grammi suddiviso in vari involucri) e marijuana (10 grammi suddivisa in quattro involucri), con tutto l’occorrente per in confezionamento: bilancino di precisione, forbicine e bustine. Visti i gravi indizi di reato il 29enne è stato arrestato e su disposizione del pubblico ministero della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Firenze, l’indagato è stato trasferito nelle camere di sicurezza della Questura di Firenze, per poi essere sottoposto al processo con rito direttissimo nella giornata odierna. A seguito dell'udienza, il giovane è stato rimesso in libertà con obbligo di firma nel comune di Montevarchi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Gossip Style

    Il mistero di Coco Chanel, vera influencer prima dei social

  • Psicodialogando

    Sono stato tradito da mia moglie. E adesso?

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento