Cronaca

Banda dello spaccio in manette, quattro arresti: una loro dose killer ha ucciso una 35enne

Le indagini sono partite dopo la morte per overdose di una donna di 35 anni nell'aprile del 2020 a Badia Tedalda

Le indagini sono partite in seguito al decesso avvenuto per overdose di una aretina. Lei, 35enne residente a Badia Tedalda, sarebbe stata stroncata da una dose killer acquista da alcuni pusher del Perugino. Sono stati i carabinieri di Perugia a smantellare il gruppo che smerciava cocaina, eroina, hashish e marijuana a Santa Lucia, Fontivegge e in altre zone della città. Il blitz, come riporta PerugiaToday.it è scattato nel pomeriggio del 16 agosto a Corciano e a Perugia. I militari hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di tre cittadini tunisini e uno di nazionalità polacca, due dei quali già rinchiusi nel carcere di Capanne. I provvedimenti cautelari sono stati emessi dall’Ufficio del Gip del Tribunale di Perugia. I quattro soggetti arrestati, tutti già noti alle forze dell’ordine, dovranno ora rispondere delle ipotesi di reato di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso, mentre uno di loro sarà giudicato anche per il reato di omicidio colposo e morte come conseguenza di altro delitto. Secondo quanto emerso dalle indagini uno dei due tunisini guidava la banda e smerciava eroina, cocaina, hashish e marijuana nelle piazze di Santa Lucia, Fontivegge e nella periferia di Perugia insieme ai tre complici. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banda dello spaccio in manette, quattro arresti: una loro dose killer ha ucciso una 35enne

ArezzoNotizie è in caricamento