Cronaca Santa Firmina-Bagnoro

"Correte il cuore del babbo non batte più". Ventenne salva la vita al padre

Va in arresto cardiaco davanti alla figlia, salvato da una rete che funziona

Ha salvato la vita a suo padre rimanendo lucida e facendo quello che andava fatto con fermezza e riflessi pronti.

La storia, a lieto fine, è quella che i medici dell'emergenza urgenza di Arezzo hanno potuto scrivere grazie al coraggio e all'immenso amore di una figlia che è riuscita a strappare il babbo da morte certa.

Erano le 15,30 di ieri.
Una ventenne ha chiamato il 118.
"Mio padre è a terra. Non respira e il cuore non batte più".
Dall'altro capo della linea telefonica il personale infermieristico del 118 ha guidato passo dopo passo la giovane che, senza farsi prendere dal panico, è riuscita ad iniziare subito il massaggio cardiaco.

Nel frattempo la macchina dei soccorsi è entrata in azione cercando di raggiungere nel più breve tempo possibile l'abitazione situata nella prima periferia di Arezzo in località Bagnoro.

In pochi minuti, grazie anche ai cartelli stradali sistemati circa un anno fa dai residenti nelle strade non segnalate, l'automedica e l'ambulanza sono arrivato sul posto senza difficoltà.

I sanitari del 118 hanno defibrillato l'uomo, 55enne cardiopatico, e il suo cuore ha ripreso a battere. Trasportato subito in emodinamica è stato sottoposto a intervento di angioplastica.

Adesso è ricoverato presso l'unitá coronarica del San Donato (UTIC). Le sue condizioni sono buone e non ha riportato danni cerebrali.

E’ stato salvato dalla prontezza della figlia e dall'efficienza di un sistema che funziona.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Correte il cuore del babbo non batte più". Ventenne salva la vita al padre

ArezzoNotizie è in caricamento