Aretini a Hong Kong intrappolati dal tifone Mangkhut: "Venti a 220 chilometri all'ora"

Sono chiusi in albergo, imprigionati da raffiche di vento potentissime: quasi 220 chilometri orari. Stanno tutti bene, perché a Hong Kong, dove si sta svolgendo una delle più importanti fiere dell'oreficeria dell'anno, gli operatori e gli...

 

Sono chiusi in albergo, imprigionati da raffiche di vento potentissime: quasi 220 chilometri orari. Stanno tutti bene, perché a Hong Kong, dove si sta svolgendo una delle più importanti fiere dell'oreficeria dell'anno, gli operatori e gli organizzatori sono sempre pronti ad intervenire in situazione simili. Sarebbero circa 100 gli orafi aretini, che rappresentano circa 40 aziende, in questi giorni presenti nella città asiatica per lavoro che, loro malgrado, stanno facendo i conti con il tifone Mangkhut. Si tratta del più violento tifone che negli ultimi anni si è abbattuto sul nord delle Filippine, con raffiche che hanno toccato i 330 chilometri orari. E nelle ultime ore si è riversato con tutta la sua violenza su Hong Kong. Dietro di sé ha lasciato una tragica scia: almeno 30 sarebbero al momento i morti accertati.

Gli orafi "sono intrappolati negli hotel", raccontano. Un imprenditore spiega "oggi la fiera è stata sospesa per pericolo. Nessuno può uscire e i venti sono arrivati a 220 chilometri orari".

"L'uragano - racconta Paolo Veraldi di RV Srl - si è proporzionalmente sviluppato già da ieri, alle prime ore del mattino, raggiungendo intorno alle 13 la potenza massima, T 10. Siamo stati costretti chiaramente a rimanere in hotel e la fiera dell'oreficeria è stata chiusa. Al momento attuale (sono le 18,30 circa ad Hong Kong ndr), la potenza è decisamente diminuita".

Intanto gli imprenditori attendono che le condizioni meteo migliorino per tornare al lavoro. Molti di loro hanno aggiornato il loro profilo Facebook per tranquillizzare parenti e amici, utilizzando la funzione messa a punto dal social network che indica posizione e condizione degli utenti che si trovano in zone dove stanno avvenendo disastri.

"Tutti stanno bene - rassicura Giordana Giordini, presidente della sezione orafi di Confindustria Toscana sud - ho chiesto informazioni, ho avuto riscontri positivi. Hong Kong purtroppo è spesso vittima di questi fenomeni atmosferici, soprattutto nel mese di settembre. Gli organizzatori e le strutture ricettive sono preparate e organizzate a prestare assistenza. Io stessa mi sono trovata alcune edizioni fa in situazioni simili. Questa volta il tifone è davvero devastante, nelle Filippine ha causato vittime, è stato uno dei più potenti degli ultimi anni".

https://www.facebook.com/fabrizio.falcinelli/videos/10218246980792919/

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento