Cronaca

Archivio Vasari, i fratelli Festari chiederanno la ricusazione di Paolucci: "Non è perito super partes"

Chiederanno di ricusare Antonio Paolucci, ex ministro ed ex direttore di Uffizi e Musei Vaticani, che era stato nominato come perito dal tribunale di Arezzo. I fratelli Festari non si arrendono di fronte all'esproprio dell'archivio Vasari e sulla...

archivio_vasari_manoscritto-michelangelo-messer-amico 2

Chiederanno di ricusare Antonio Paolucci, ex ministro ed ex direttore di Uffizi e Musei Vaticani, che era stato nominato come perito dal tribunale di Arezzo. I fratelli Festari non si arrendono di fronte all'esproprio dell'archivio Vasari e sulla valutazione economica delle preziose lettere e carte conservate a Casa Vasari non cedono.

L'esproprio è avvenuto la scorsa primavera: i carteggi erano stati valutati un milione e mezzo. Una cifra considerata decisamente bassa dalla famiglia che aveva ricevuto offerte altissime. Adesso il tribunale dovrà esprimersi: inizialmente aveva nominato come perito super partes monsignor Sergio Pagano, che ha poi rinunciato per motivi personali. Quindi la nomina di Paolucci. Ma secondo la difesa della famiglia Festari che si è affidata all'avvocato Guido Cosulich, Paolucci non sarebbe super partes. Da qui la decisione di ricusare il perito: in pratica, secondo i fratelli, Paolucci nel 2006 sarebbe intervenuto nella trattativa con l'allora soprintendente Martinez. Le cifra della compravendita in quel caso sarebbe arriva a 70milioni di euro. Ma, stando a quanto sostengono i Fratelli, Paolucci bloccò tutto, avanzando l'ipotesi dell'esproprio, considerato molto più conveniente per lo Stato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Archivio Vasari, i fratelli Festari chiederanno la ricusazione di Paolucci: "Non è perito super partes"

ArezzoNotizie è in caricamento