Due anni fa il dramma all'Archivio di Stato: cerimonia in duomo. Donati alla Misericordia 2 rilevatori di gas nocivi

Stamani la consegna dei presidi sanitari che Monica e Anna, le mogli dei due dipendenti scomparsi, hanno voluto che fossero acquistati con le somme raccolte nelle iniziative organizzate dai colleghi del Polo Museale della Toscana, dalla Misericordia e dall’Archivio di Stato

"Per non dimenticare e perché la loro morte non sia stata vana", con questo pensiero, stamattina, con una sobria quanto toccante cerimonia, a nome di Piero Bruni e Filippo Bagni, sono stati donati alla Misericordia di Arezzo 2 rilevatori di gas nocivi e 3 zaini per il soccorso. Presidi sanitari estremamente utili che i soccorritori già usano 24 ore su 24 ad ogni uscita di soccorso. Oggi ricorrono due anni dalla tragedia dell'Archivio di Stato di Arezzo.

Era il 20 settembre del 2018 ed era un giovedì mattina, quando all’interno del seminterrato della struttura, una fuga di gas non diede scampo ai due impiegati.

Questa mattina, nella cappella della Madonna del Conforto in Duomo, in ricordo delle due vittime, è stata celebrata una messa accompagnata dal coro di San Pietro e Paolo, la parrocchia di Piero ed è poi seguita una piccola cerimonia nei giardini di Casa Vasari con la consegna dei presidi sanitari che Monica e Anna, le mogli dei due dipendenti defunti, hanno voluto che fossero acquistati con le somme raccolte nelle varie iniziative, organizzate dai colleghi del Polo Museale della Toscana, dalla Misericordia e dall’Archivio di Stato come ha sottolineato l’architetto Rossella Sileno tracciando un breve ricordo dei colleghi.

Nel corso di questo ultimo anno in quattro siti museali della provincia quali Casa Vasari, chiesa di San Francesco, anfiteatro romano e museo di Casa Taglieschi ad Anghiari sono stati organizzati una serie di eventi quali visite guidate concerti, quest’ultimi con la collaborazione di OMA – Orchestra Multietnica di Arezzo e dell’Ensemble di musica antica “Compendium Musicum”.

Nella cerimonia di questa mattina, invece, davanti ai parenti, colleghi ed amici di Piero e Filippo nella cornice del giardino di casa Vasari la cerimonia è stata animata dalle voci del coro femminile Insieme Vocale Tourdion che ha eseguito all’ora precisa della tragedia 4 brani, di epoca diversa, ispirati alle quattro stagioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento