menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"La sua app non funziona più? L'aiuto io". Truffa dell'home banking: 7mila euro spariscono dal conto

Sono stati i carabinieri della stazione di Castelfranco Piandiscò a scoprire la frode e a denunciare il responsabile. La vittima è un 55enne

Truffa scoperta dai Carabinieri della compagnia di San Giovanni Valdarno,che mettono in guardia la popolazione: "Emerge ancora una volta la necessità che i cittadini valutino con attenzione le situazioni in cui si trovano di fronte ad offerte troppo convenienti, o magari in cui vengono contattati da fornitori di servizi non da loro stessi richiesti".

Negli ultimi giorni i carabinieri in servizio alla stazione di Castelfranco Piandiscò hanno messo a nudo una frode con banca telematica; tutto è iniziato quando la vittima designata – un 55enne originario del luogo – si è accorta che l’app per la gestione del servizio di home-banking, installata sul proprio smartphone, non funzionava più. Dopo pochi minuti dalla constatazione del malfunzionamento, l’uomo ha ricevuto una telefonata da un soggetto che si è presentato quale operatore del servizio clienti del suo istituto di credito. Il sedicente centralinista, raggirando il malcapitato con una parlantina convincente, col pretesto di voler risolvere il malfunzionamento tecnico è riuscito a carpirne la fiducia e a farsi consegnare le credenziali per la gestione del servizio di home-banking, utilizzate, nelle ore successive, per sottrarre alla parte offesa ben 7mila euro, tra bonifici e prelievi. Al malcapitato, resosi conto del raggiro, non è restato che rivolgersi ai militari, i quali, partendo dalle informazioni fornite dalla vittima in sede di denuncia, sono riusciti a ricostruire il circuito truffaldino. Dopo una serie di accurati accertamenti elettronici e bancari, infatti, gli investigatori dell’Arma dei Carabinieri sono riusciti a risalire all’identità del truffatore, un pregiudicato campano gravato da svariati precedenti specifici per truffa. L’uomo è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Arezzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento