Cronaca

Il prestigioso palazzo fiorentino torna ad Andrea Moretti. No alla confisca dalla Cassazione

Per poterne tornare nel pieno possesso Andrea Moretti è pronto a proporre un'istanza per averne di nuovo la piena disponibilità

Fatto l'accordo con l'Agenzia delle Entrate, il giudice non avrebbe potuto confiscare i beni di chi è considerato evasore.

Con questa motivazione di fondo la corte di cassazione ha annullato l'ordinanza con la quale il tribunale di Arezzo aveva confiscato una storica dimora fiorentina tra le proprietà di Andrea Moretti, il figlio del capostipite della famiglia finita nell'inchiesta per evasione fiscale.

Si tratta di Palazzo Bianca Cappello che si trova in via Maggio a Firenze.

A presentare ricorso contro la decisione di bloccare il bene sono stati i difensori Roberto Cordeiro Guerra e Niki Rappuoli, impugnatni il provvedimento del giudice Fruganti, puntanto proprio sul fatto che ormai l'accordo con l'agenzia dell'entrate era stato trovato. Un'osservazione che è stata condivisa dai giudici fiorentini che hanno rispedito il provvedimento ad Arezzo, dove il tribunale sarà chiamato ad applicare questo principio. 

Per poterne tornare nel pieno possesso Andrea Moretti è pronto a proporre un'istanza per averne di nuovo la piena disponibilità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il prestigioso palazzo fiorentino torna ad Andrea Moretti. No alla confisca dalla Cassazione

ArezzoNotizie è in caricamento