rotate-mobile
Cronaca Lucignano

L'albero della vita verso il restauro: "Prezioso ritrovamento da parte dei carabinieri"

Operazione del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale dei Carabinieri permetterà infatti il recupero del preziosissimo capolavoro

L'albero d'oro di Lucignano presto potrà essere restaurato. Un importante ritrovamento compiuto dal Nucleo Tutela Patrimonio Culturale dei Carabinieri permetterà infatti il recupero del preziosissimo capolavoro.

L'imponente reliquiario (è alto 2,70 metri) è stato realizzato di due diversi periodi storici: la prima parte nel 1350 e la seconda nel 1471. È in rame dorato, argento e smalti: i suoi rami sono decorati con corallo e cristalli. 

È giunto a noi con alcune parti mancanti: alcune sono state rovinate dal tempo, o asportate oppure non concluse. 

Lunedì 25 settembre 2023, alle ore 12, anche il presidente della Regione Eugeni Giani parteciperà alla presentazione presso l'Opificio delle pietre dure di Firenze, alla Fortezza da Basso (viale Strozzi 1) dell'importante ritrovamento.   

Interverranno Emanuela Daffra, Soprintendente dell’Opificio delle Pietre Dure, Gabriele Nannetti Soprintendente ABAP per le province di Siena, Grosseto e Arezzo, Roberta Casini sindaca del Comune di Lucignano, Claudio Mauti Comandante del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Firenze. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'albero della vita verso il restauro: "Prezioso ritrovamento da parte dei carabinieri"

ArezzoNotizie è in caricamento