Violenza in via Crispi con coltello e tirapugni: trovati due responsabili

L'episodio si è verificato alle prime ore di sabato, ha visto coinvolte sei persone, tutte attorno ai 20 anni. Tre di loro hanno aggredito altrettanti rivali, ma non è ancora chiaro il motivo

La squadra mobile della questura di Arezzo, guidata dal dirigente Pietro Luca Penta, continua a far luce sul violento episodio accaduto nelle prime ore di sabato, in pieno centro storico. Dopo la serata del venerdì, c'erano poche persone in strada intorno alle 2,30, quanso si è verificata l'aggressione in via Crispi, asse perpendicolare a Corso Italia. Tre persone si sarebbero scagliate contro altre tre: i coinvolti nell'accaduto sono tutti giovani. La polizia aretina ha già identificato due degli autori dell'aggressione, dopo aver sequestrato un coltello che sarebbe stato in possesso di uno dei partecipanti. Durante lo scontro è stato usato anche un tirapugni, che però non è stato rinvenuto.

A documentare l'accaduto anche un video, girato da un residente della zona. Entrambe le persone identificate sono ventenni di origine albanese. Restano tuttora aperte le ipotesi che hanno portato alle violenze: si va dallo screzio a questioni legate alla droga. Viene intanto esclusa la possibilità di un'azione premeditata: secondo gli inquirenti non ci sarebbe stato un agguato, il diverbio poi sfociato nelle percosse sarebbe stato estemporaneo. 

Video popolari

Violenza in via Crispi con coltello e tirapugni: trovati due responsabili

ArezzoNotizie è in caricamento