menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prende il suocero a coltellate. L'aggressore era stato già condannato ad Arezzo

L'episodio si è consumato in Mugello: un 35enne di origine siciliana è stato arrestato, era in affidamento in prova, dopo la sentenza del tribunale di Arezzo per più reati. La vittima dell'aggressione se l'è cavata con una prognosi di 10 giorni

In un impeto d'ira ha preso il suocero a coltellate, ferendolo, anche se fortunatamente in maniera non grave. Per questo un uomo di 35 anni, originario della Sicilia ma da tempo residente in Toscana, è stato arrestato. Era libero, ma con affidamento in prova, dopo una condanna del 2019 del tribunale di Arezzo.

La misura è stata eseguita dai carabinieri della stazione di Vicchio, dove si è consumata l'aggressione. I fatti risalgono all'11 gennaio scorso, ma sono stati resi noti nelle ultime ore da parte dei militari dell'Arma. Il 35enne - che si trovava proprio a Vicchio del Mugello (Firenze) - aveva avuto un acceso diverbio con il padre della sua compagna, in Corso del Popolo, durante la nottata. A seguito dell'alterco verbale, il giovane aveva estratto un coltello, aggredendo il suocero. La vittima era dovuta anche ricorrere alle cure ospedaliere: era stato trasportato al pronto soccorso di Borgo San Lorenzo per essere medicato. Qui, i sanitari lo avevano giudicato guaribile in dieci giorni.

Per il 35enne è stata ovviamente disposta la sospensione dell'affidamento in prova, misura alternativa concessa dopo una condanna di due anni fa del tribunale di Arezzo per espiare un provvedimento di esecuzione di pene concorrenti. E per lui si sono aperte le porte del carcere di Sollicciano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Psicodialogando

    Come si trasforma il nostro corpo quando ci innamoriamo

  • Eventi

    Benedetta Torrini vince Sanremo Newtalent

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento