Cronaca

Aggredisce la compagna con pugni, calci e morsi: 46enne arrestato

La donna è stata sottoposta ad un delicato intervento. Dopo le percosse è riuscita a scappare dall'abitazione e a chiedere aiuto

Quando gli agenti della Volante l'hanno vista era accasciata su una panchina di piazza San Francesco. Aveva il naso tumefatto che non smetteva di sanguinare. Sulle braccia aveva segni di percosse. A ridurla così, ha raccontato agli agenti, sarebbe stato il compagno. I poliziotti sono entrati subito in azione, lo hanno rintracciato e arrestato in flagranza di reato. 

Il drammatico episodio è avvenuto nel pomeriggio di ieri, nel cuore di Arezzo. Erano le 15.40 circa quando alla sala operativa è arrivata una richiesta d'aiuto. Dall'altro capo del telefono c'era una donna disperata che raccontava di essere stata appena picchiata violentemente dal compagno nonché padre di sua figlia.

La vicenda

All’arrivo della Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Arezzo la donna, ancora impaurita e dolorante, era sulla panchina in piazza, mentre il compagno, V.L. quarantaseienne aretino, era scappato rifugiandosi all’interno della loro abitazione. Lo stesso appartamento che pochi minuti prima era stato teatro delle violenze.

"Immediatamente un equipaggio ha prestato un primo soccorso alla donna - spiegano dalla Questura - mentre l’altro si è messo alla ricerca dell’aggressore, trovato poco dopo all'interno della casa". 

Il racconto della vittima

La donna ha raccontato agli agenti che la violenta aggressione sarebbe scaturita da una banale discussione sulla gestione dei figli. Ha spiegato che i rapporti tra loro erano burrascosi da tempo, aggiungendo che in passato ci sarebbero stati episodi di violenza fisica mai denunciati. Fino all'exploit di violenza di ieri. L’uomo, stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, l'avrebbe aggredita con pugni, calci e morsi, fino a sferrarle un violentissimo pugno al naso che avrebbe causato una copiosa emorragia e l'avrebbe fatta finire a terra. Le percosse sarebbero andate ancora avanti e solo dopo alcuni minuti la donna sarebbe riuscita ad uscire dall'abitazione, scendere in strada e chiedere aiuto. Poi l'intervento degli agenti della Questura che hanno arrestato V.L. e lo hanno condotto presso il carcere di Arezzo dove si trova a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

La donna è stata trasportata presso l’ospedale in codice rosso e sottoposta d'urgenza ad un delicato intervento chirurgico per la ricostruzione del naso oltre a ricevere le ulteriori necessarie cure.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredisce la compagna con pugni, calci e morsi: 46enne arrestato

ArezzoNotizie è in caricamento