Crollo di Genova, domani l'addio a Stella a Foiano. Anche per Carlos funerali in forma privata

L'ultimo saluto a Stella, la 23enne morta nel crollo del ponte Morandi, a Genova, si svolgerà domani. La decisione è stata presta in queste ore. La famiglia ha chiesto una cerimonia più intima, nella chiesa evangelica di Foiano. La salma della...

stella boccia-2

L'ultimo saluto a Stella, la 23enne morta nel crollo del ponte Morandi, a Genova, si svolgerà domani. La decisione è stata presta in queste ore. La famiglia ha chiesto una cerimonia più intima, nella chiesa evangelica di Foiano. La salma della ragazza dovrebbe rientrare ad Arezzo domani mattina. La accompagneranno i suoi cari, che sono accorsi a Genova dopo aver appreso della tragedia.

Il rito funebre sarà celebrato alle 16,30. Saranno presenti rappresentanti del comune, familiari, amici e tutti coloro che hanno voluto bene a questa giovane piena di vita. Non ci saranno invece le telecamere e i flash delle macchine fotografiche: i familiari, provati da questo enorme lutto, hanno chiesto di poter salutare senza clamore la loro Stella. Poi la giovane riposerà nel cimitero di Badia al Pino. Ventitre anni, un lavoro in un negozio di abbigliamento, una nuova storia d'amore decollata da appena 8 mesi: Stella Boccia era una ragazza sorridente e gioiosa. La vita per lei era iniziata in salita: il padre è morto quando era ancora piccola. La mancanza del genitore si faceva sentire: a lui Stella aveva dedicato su Facebook toccanti post. Ma era una ragazza dalle mille risorse, che guardava avanti. Ad Arezzo era molto conosciuta e tanti le volevano bene. Anche la sua famiglia, grande e unita, è molto conosciuta e apprezzata: la madre e il fratello sono titolari del ristorante Il pescatore di Monte San Savino, i parenti sono proprietari dei ristoranti Vesuvio e Billi's. Per Carlos funerali in Casentino Nell'auto con Stella c'era il suo fidanzato, Carlos Jesus Eraso Trujillo, 27 anni, di origine peruviana ma residente da anni a Capolona. Mentre la famiglia della giovane domani farà il viaggio di ritorno verso casa, i familiari del ragazzo raggiungeranno Genova. La salma di Carlos è nell'obitorio dell’ospedale San Martino, dove ieri mattina ha fatto visita del premier Giuseppe Conte. Contrariamente a quanto previsto in un primo momento, tra le oltre 35 bare presenti sabato mattina ai funerali di Stato non ci sarà anche quella del 27enne. Domani tre familiari partiranno alla volta di Genova per riportare a casa la salma che dovrebbe arrivare a Capolona in tarda serata. Per sabato è previsto l'allestimento della camera ardente nella cappella di Capolona. Non è ancora fissata la data dei funerali: sembra che molti parenti e amici peruviani si stiano organizzando per raggiungere l'Italia per l'ultimo saluto e i familiari vorrebbero che fossero tutti presenti. Il cordoglio del presidente della Provincia Nella giornata di oggi è arrivato anche il messaggio di cordoglio del presidente della Provincia Roberto Vasai e dell'intera amministrazione provinciale.

Il Presidente della Provincia esprime, assieme a tutti i componenti dell'Amministrazione Provinciale, i sentimenti del più vivo cordoglio e

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
profonda partecipazione alle Famiglie, ed alle Comunità di Capolona e di Civitella in Val di Chiana, nel dolore per la tragica scomparsa dei

giovani Stella Boccia e Carlos Trujillo, coinvolti nel crollo del Ponte Morandi a Genova.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre: ipotesi coprifuoco. Novità su scuola e bus

  • Dilettanti, è ufficiale: stop ai campionati

  • Coronavirus Toscana: oggi 866 nuovi casi, 13 i decessi. La mappa provincia per provincia

  • Covid. Ecco la nuova ordinanza regionale. Giani: "Verso didattica a distanza e presenze contingentate nei centri commerciali"

  • Dilettanti, ecco i campionati costretti allo stop

  • 92 nuovi positivi nell'Aretino, più della metà nel capoluogo. Salgono a 79 i ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento