rotate-mobile
Cronaca

"Ciao Franchino, eri una star". Il saluto di Ghezzi allo storico dj e vocalist scomparso

"Figura mitica che piaceva ai grandi e ai più giovani e che piaceva tantissimo anche a me. Porterò con me un bellissimo ricordo di Franchino"

Aveva 71 anni, la maggior parte dei quali vissuti alla consolle. La sua voce è stata il simbolo di un'epoca: quella della disco degli anni Ottanta e Novanta. Al secolo si chiamava Francesco Principato, originario della Sicilia si trasferì in Toscana quando aveva 18 anni. La sua strada si è intrecciata con quella di tanti aretini. Uno di loro è stato Tito Ghezzi, imprenditore aretino patron di locali come Le mirage e il Dolce Verde, che lo ha salutato con un toccante post sui social.

"Circa 10 anni fa - scrive Ghezzi - avevamo organizzato una serata “sperimentale” a Le mirage, prima di allora lo conoscevo solo di fama, ero curioso di incontrarlo, andai a prenderlo all’hotel volevo scambiare due parole prima della serata. Lui puntualissimo mi attende nella hall. Siamo arrivati nel parcheggio e già c’era tantissima gente, appena scesi dall’auto sentii tutti quei ragazzi inneggiare il suo nome. Cavolo pensai, sono con una star! La serata fu un successo incredibile, da allora abbiamo fatto almeno due serate all’anno con lui e la Metmpsicosi, l’ultima alcuni mesi fa al Dolceverde, la foto è di quest’ultima! 
Quando era possibile alcuni giorni  prima delle serate programmate, andavo a trovarlo per girare un video dove lui con la sua simpatia ricordava l’appuntamento. Era anche l’occasione per conoscere meglio questa figura mitica che piaceva ai grandi e ai più giovani e che piaceva tantissimo anche a me. Porterò con me un bellissimo ricordo di Franchino".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ciao Franchino, eri una star". Il saluto di Ghezzi allo storico dj e vocalist scomparso

ArezzoNotizie è in caricamento