"Ciao Carlo e Gabriella: il vostro è stato un potente messaggio di amore"

Il ricordo dei due biturgensi deceduti in Etiopia nella nota del Pd di Sansepolcro

"Oggi la nostra città unita e raccolta, come poche volte è accaduto, saluta Carlo e Gabriella stringendosi attorno ai loro figli, ai nipoti e a tutti coloro che gli hanno voluto bene".

Attacca così una lunga nota del Pd di Sansepolcro nel giorno del lutto e del ricordo di Carlo e Gabriella Spini, scomparsi la scorsa settimana, in una tragedia aerea ad Addis Abeba.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una coppia conosciuta, stimata e fortemente presente nel quotidiano della nostra città anche se lontana fisicamente per lunghi periodi. Una coppia nel vero senso della parola, un due che non si può dividere con niente, uniti nella vita di tutti i giorni e nei grandi sogni sempre fatti insieme. Persone normali e straordinarie che ci hanno lasciato in maniera repentina e sconvolgente, in circostanze che hanno segnato in modo forte ognuno di noi. A una settimana di distanza dal tragico evento, oltre il forte dolore collettivo, riusciamo a intravedere un messaggio silenzioso e potente di speranza e amore. Dietro a quel quotidiano presente e silente è stata narrata una storia straordinaria di altruismo, dedizione, fratellanza e generosità. Carlo e Gabriella in poco tempo e con un messaggio potente ci hanno raccontato di come si può far bene il bene, ci hanno detto senza parole e senza retorica che lontano dai clamori e dalla notizia esiste un mondo di pace e nonviolenza fatto di grandi gesti, di amore puro, gratuito e incondizionato che non conosce i confini ma sa riconoscere i bisognosi, gli ultimi, e tutte le persone di razza umana.  La potenza della loro opera sta anche nelle parole dei loro figli, che ci hanno voluto ricordare più volte come i loro genitori non fossero degli eroi ma persone semplici, fatti di limiti e virtù come tutti noi ma guidati da grandi valori. E’ proprio questa semplicità oggi che vogliamo ricordare, il donarsi nel silenzio con impegno quotidiano ma senza voler far clamore, senza ricerca di consenso come motore delle proprie azioni, spinti da un sogno collettivo capace di riempire di senso la loro vita e quella di tutta la loro famiglia. In un periodo di barbarie politiche e mediatiche, in un tempo di diffidenza, chiusura, fabbriche di odio sparso per il pieno di consensi, questo ennesimo dono che Carlo e Gabriella ci hanno voluto fare non solo lo porteremo con noi come insegnamento e stella polare, ma dobbiamo fare in modo che ogni giorno risuoni per riportare senso, rispetto, apertura e una tensione costante verso l’altro, qualsiasi abito esso indossi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

  • Tutti i sindaci di Arezzo dal 1946 ad oggi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento