Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Addio Angiolo Federighi, ultimo combattente di Vitiano

A 101 anni se ne va l’ultimo Combattente di Vitiano Il 9 maggio è deceduto Angiolo Federighi, l’ultimo Combattente della Seconda Guerra Mondiale di Vitiano. Era nato a Santa Maria alla Rassinata nel comune di Arezzo il 7 gennaio 1917, da Giovan...

A 101 anni se ne va l'ultimo Combattente di Vitiano

Il 9 maggio è deceduto Angiolo Federighi, l'ultimo Combattente della Seconda Guerra Mondiale di Vitiano.

Era nato a Santa Maria alla Rassinata nel comune di Arezzo il 7 gennaio 1917, da Giovan Battista e Assunta Fabbri.

Chiamato alle armi nel gennaio 1940, fu inviato in Libia, dove lo sorprese l'entrata in guerra dell'Italia. Assieme al suo reparto si trovava vicino a Tripoli, dove fu impegnato a scavare trincee e fossi anticarro. Più volte rischiò la vita a causa delle incursioni aeree inglesi.

Verso la fine del 1941 si ammalò di una forma grave di enterite e lo ricoverarono nell'Ospedale Militare di Tripoli. Viste le sue preoccupanti condizioni di salute fu rimpatriato su una nave ospedale.

Una volta guarito e rifatto abile al servizio militare, fu grazie a tanta fortuna e alla sua astuzia montagnina, se riuscì ad evitare la partenza per la Russia. Rimase in Romagna ai servizi di caserma, e lì lo colse l'Armistizio dell'8 Settembre 1943.

Il 3 luglio 1950 sposò Margherita Colzi, nata nel comune di Cortona il 12 giugno 1923.

Dal 1971 abitava a Vitiano in via dei Rossi.

Angiolo, era soprannominato "Il fa tutto", perché capace di aggiustare qualsiasi cosa (o quasi) e per tale motivo è stato per molti anni il punto di riferimento del paese. Sempre gentile, allegro, cordiale, disponibile, un amico di tutti insomma.

La sua scomparsa ha profondamente rattristato la comunità vitianese, che porge le sue condoglianze alla famiglia.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio Angiolo Federighi, ultimo combattente di Vitiano

ArezzoNotizie è in caricamento