rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Il caso

"Mi hanno quasi ammazzato per un commento su Instagram. Non esco più di casa, ho gli incubi"

Il racconto del giovane aggredito a coltellate la notte di giovedì scorso, 16 giugno, in centro storico ad Arezzo. Il motivo? Un apprezzamento social a una ragazza. Mario Fiorenza: "Mi sono finto morto per salvarmi".

Mario Fiorenza parla dopo quanto accaduto la scorsa settimana: giovedì 16, mentre la serata di Arezzo era accesa dalla Prova Generale della Giostra del Saracino, veniva aggredito in centro storico da due persone, a coltellate. Racconta dell'incubo vissuto davanti alla telecamere di Teletruria.

Le ferite riportate da Mario Fiorenza, accoltellato in centro

Mario abita ad Arezzo da tempo, ha 27 anni ed è di origine campane. Dopo l'aggressione, causata probabilmente - come spiega il servizio - da un commento Instagram fatto alla sua ex ragazza, è stato portato in ospedale. E' uscito con una prognosi di 25 giorni.

"Non posso uscire più di casa, non posso stare in giro per il centro: ho paura che mi ammazzino o mi facciano qualcosa. Sono stati denunciati a piede libero", ha detto. "Non sono lesioni aggravate queste - ha aggiunto mostrando le ferite al collo e alle braccia - questo è tentato omicidio, mancavano un paio di centimetri alla giugulare. Mi sono finto morto. Altrimenti non mi avrebbero lasciato e mi avrebbero ammazzato veramente". 

E infine ha spiegato il possibile motivo delle coltellate. "Per un futile motivo - ha concluso - io ho fatto un apprezzamento a una ragazza su Instagram e il suo fidanzato mi ha detto di lasciarla stare, che appena mi vedeva mi avrebbe ammazzato". Poi c'è stata l'aggressione. "E' difficile per me dormire, ho gli incubi adesso", ha aggiunto.

Immagini tratte da Teletruria

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mi hanno quasi ammazzato per un commento su Instagram. Non esco più di casa, ho gli incubi"

ArezzoNotizie è in caricamento