rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca Centro Storico

Accoltellato dopo una lite chiede aiuto al personale di un asilo

Secondo quanto appreso, sarebbero due i responsabili dell'accaduto: un 17enne tunisino e un altro uomo originario del nordafrica

Si è presentato alla porta dell'asilo Maria Consolatrice insanguinato chiedendo di essere aiutato. Lui, 29enne originario della Nuova Guinea, aveva riportato la ferita dopo un'accesa lite con un coinquilino e, in preda al panico, si era rivolto alla prima struttura accessibile per richiedere supporto. La scena è quella accaduta ieri mattina, in piazza San Gimignano, pienissimo centro storico di Arezzo. Come riporta La Nazione, il giovane si è presentato all'asilo mostrando il braccio insanguinato. Il personale, pur rifiutandosi di farlo entrare nella struttura, ha dato subito l’allarme chiedendo l'intervento di carabinieri e sanitari dell'emergenza urgenza. Sul posto sono intervenuti i militari e un'ambulanza a bordo della quale il ferito ha raggiunto il pronto soccorso dell'ospedale San Donato. Contestualmente i carabinieri hanno avviato le indagini per risalire all'identità dell'aggressore. Secondo quanto appreso, potrebbero essere due i responsabili dell'accaduto: un 17enne tunisino e un altro giovane originario del Nordafrica. Per il primo è scattata la denuncia per lesioni al tribunale dei minori di Firenze, l'altro invece si è reso irreperibile. La vittima se la caverà con 10 giorni di prognosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltellato dopo una lite chiede aiuto al personale di un asilo

ArezzoNotizie è in caricamento