Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca Cortona

"Accecato dal sole, investì ciclista". 90enne patteggia la pena per omicidio stradale

Per l'anziano 5 mesi e 10 giorni di reclusione. Nell'incidente morì il 63enne Giampaolo Segatori

Era stato investito nell'ultimo giorno dell'anno mentre in sella alla sua bicicletta pedalava lungo la Sr71, nei pressi di Ossaia. Dopo oltre dieci giorni di agonia, Giampaolo Segatori, 63enne di Borghetto (Castiglion del Lago), perse la vita. Oggi presso il tribunale di Arezzo, il 90enne che era al volante dell'auto che lo travolse, ha patteggiato la pena: 5 mesi e 10 giorni di reclusione. Il giudice ha accolto l'attenuante alla quale si è appellato il legale dell'anziano, l'avvocato Corrado Brilli, secondo la quale quando ci sono concause impossibili da evitare, come una pioggia battente o un sole accecante, la pena viene dimezzata. E in questo caso sarebbe stato proprio il sole ad abbagliare il 90enne alla guida, impedendogli di vedere il ciclista e diventando una concausa della tragedia. 

L'incidente

giampaolo segatori foto fbL'incidente è avvenuto la mattina del 31 dicembre 2023. Erano le 9.30 circa quando, in località Ossaia di Cortona, il ciclista orginario di Borghetto fu investito da una Lancia Y guidata dal 90enne. Durante il procedimento è emerso che l'anziano al volante dell'auto stava svoltando a sinistra. Di fronte a lui però c'era un sole abbagliante che non gli avrebbe permesso di vedere - e di schivare - Segatori che stava sopraggiungendo in sella alla sua bici. 

Sul posto accorsero i sanitari del 118, la Misericordia e la polizia municipale di Cortona. Il 63enne fu elitrasportato con Pegaso all'ospedale Le Scotte di Siena in codice rosso, dove fu ricoverato subito in rianimazione in prognosi riservata. I traumi riportati erano gravissimi e dopo 12 giorni di lotta tra la vita e la morte nel reparto senese, se n'è andato.

Segatori era un grande appassionato di biciclette e ad Arezzo era molto conosciuto: aveva militato a lungo nel Cavallino Asd, macinato chilometri insieme a tanti amici aretini, nelle strade tra la Toscana e l'Umbria.

Il 63enne era prossimo alla pensione (era un autotrasportatore): l'indomani, il 1 gennaio sarebbe stato l'ultimo giorno di lavoro.

Oggi la conclusione del procedimento penale: l'udienza preliminare si è infatti chiusa con un patteggiamento. A pronunciare il verdetto è stato il giudice Stefano Cascone. La pubblica accusa è stata rappresentata dalla pm Emanuela Greco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Accecato dal sole, investì ciclista". 90enne patteggia la pena per omicidio stradale
ArezzoNotizie è in caricamento