Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Vaccino e vacanze, lo slalom tra i richiami prima di fare le valigie. Gli aretini e le date delle seconde dosi

Prima di partire per le vacanze è necessario fare due conti. Il richiamo di Astrazeneca infatti viene iniettato dopo 12 settimane, quello di Pfizer e Moderna dopo 42 giorni, mentre per J&J basta una dose

Vacanze, green pass e richiamo dei vaccini. Assomiglia sempre più ad una corsa a ostacoli la programmazione di viaggi e soggiorni. E anche gli aretini si stanno cimentando nello "slalom gigante" della pianificazione. Perché le vacanze, brevi o lunghe, vicine o lontane che siano, devono coniugarsi inevitabilmente con la sicurezza, che per tutti gli over quaranta sta diventando sinonimo di vaccino.

Come ottenere il green pass: le indicazioni della Asl

Nella provincia di Arezzo saranno a disposizione tremila dosi di AstraZeneca e verranno inoculate senza prenotazione nei giorni 26, 28 e 30 maggio e poi a giugno il 2,4 e 6  presso il Centro Affari e il Teatro Tenda ad Arezzo città, il centro sociale di Bibbiena stazione, la palestra Berrettini-Pancrazi di Cortona e l’Hub di Sansepolcro al Foro Boario. 

Il vaccino è utile anche per avere  il green pass, ovvero la certificazione che permetterà di spostarsi tra zone arancioni e rosse, ma anche di partecipare ai banchetti di matrimoni e cerimonie, accedere alle discoteche vicino a casa o nelle località turistiche  e, stando alle ultimissime direttive, di spostarsi nei paesi dell'Unione europea. In pratica il "certificato verde" permette di trascorrere le vacanze con più tranquillità e come detto viene rilasciato dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino da almeno 15 giorni, oppure il tampone o ancora il certificato che attesti di aver già contratto il Coronavirus e di essere guarito.

Vaccino e vacanze

Nell'Aretino è quindi aperta la caccia al vaccino anche nell'ottica di ottenere il green pass. Chi ancora non è riuscito a prenotare la prima dose, o chi semplicemente vuole essere protetto prima possibile, può cogliere l'occasione degli open day. 

A quel punto però prima di partire per le vacanze, è necessario fare due conti. Il richiamo di Astrazeneca infatti viene iniettato dopo 12 settimane. Quindi chi si vaccinerà oggi, ad esempio, dovrà essere ad Arezzo nei giorni intorno al 25 agosto. E nello stesso periodo dovranno tornare in città, per la seconda dose, i quarantenni che hanno prenotato il vaccino nel mese di luglio: nella maggioranza dei casi si trattava di Pfizer per il quale il richiamo si fa dopo 42 giorni.

I cinquantenni della provincia che si sono prenotati tramite portale della Regione, invece, in moltissimi casi sono convocati per il richiamo nella prima metà di luglio. I sessantenni che hanno prenotato Astrazeneca con il portale regionale, facendo la prima dose tra il 14 e il 20 maggio, dovranno ricordarsi di rientrare nella prima metà di agosto per il concludere il ciclo di vaccinazione. Gli esempi sarebbero tantissimi, e mostrano come i vacanzieri aretini questa estate dovranno muoversi con il calendario alla mano (fatta eccezione per chi ha ricevuto la dose unica di Johnson & Johnson). 

E chi non ha ancora compiuto quaranta anni? Da giovedì 3 giugno la possibilità prenotare la vaccinazione sarà estesa anche ai trentenni. I primi tra gli over 30, che potranno prenotare la somministrazione sul portale della Regione Toscana i nati nel 1982 e 1983.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino e vacanze, lo slalom tra i richiami prima di fare le valigie. Gli aretini e le date delle seconde dosi

ArezzoNotizie è in caricamento