menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Noel, lupo travolto da un'auto e abbandonato sul ciglio della strada ora è salvo. La sua storia

La sua storia ha commosso gli abitanti di Badia Prataglia che si sono prodigati per aiutarlo.

Lo hanno chiamato Noel, forse perché è stato salvato a 48 ore dal Natale. Si tratta di uno splendido esemplare di lupo che ha rischiato la vita travolto da un automobilista che non si è fermato. La sua storia e la sua foto sono state condivise ieri sulla pagina Facebook deI Parco delle foreste casentinesi. 

L'incidente è avvenuto il 23 dicembre. Noel è stato trovato alle 20 circa ferito nei pressi di Badia Prataglia.

"Sul posto  - si legge sul post - sono prontamente intervenuti i Carabinieri Forestali del Parco Nazionale che hanno provveduto a metterlo in sicurezza. Di prassi è poi intervenuto il veterinario del Parco Nazionale, che ha prestato il primo soccorso all’animale in attesa degli operatori del Centro Tutela Fauna Selvatica - Monte Adone, Sasso Marconi, che ha una convenzione con l’Ente Parco per il recupero degli animali selvatici feriti".

Noel aveva un trauma cranico e una brutta frattura alla zampa anteriore destra.Le sue condizioni erano particolarmente delicate, tanto che il giorno successivo è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico.

"Attualmente Noel sta bene e sarà tenuto in degenza fino al completo recupero al Centro Monte Adone.
Ricordiamo che in caso di investimento di un animale selvatico all’interno dei territori del Parco Nazionale è necessario allertare il 1515. Si fa presente che il Codice della Strada, alla disposizione di cui all’art. 189, comma 9 bis, stabilisce che l’utente della strada, in caso di incidente stradale, da cui derivi un danno a uno o più animali da affezione, da reddito o protetti, ha l’obbligo di fermarsi e di porre ogni misura idonea ad assicurare un tempestivo intervento di soccorso agli animali che abbiano subito un danno.
Il Parco ringrazia sentitamente tutti gli abitanti di Badia Prataglia che si sono prodigati per dare supporto alle operazioni di recupero, i Carabinieri Forestali del Parco, gli operatori del Centro Tutela Esotica e Selvatica Monte Adone, tra cui Elisa Berti e la dr.ssa Emanuela Bologna, e il dr. Offer Zeira dell’Ospedale Veterinario San Michele di Tavazzano con Villavesco (LO).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Coronavirus, altri 76 contagi nell'Aretino e 29 persone guarite

social

'Che sarà', il brano ispirato a Cortona che arrivò secondo a Sanremo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    La ricetta dei waffles

  • Psicodialogando

    I 4 motivi che spingono una donna verso l'uomo di potere

  • Calcio

    Arezzo-Matelica. Le pagelle di Giorgio Ciofini

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento