Cronaca

Addio obbligo di mascherina, Ghinelli revoca l'ordinanza: "Ma fuori casa bisogna sempre averla con sé"

Il sindaco di Arezzo ha annunciato in serata - attraverso una diretta facebook - che firmerà la revoca. Il provvedimento era entrato in vigore a fine maggio e rinnovato per un'altra settimana dal primo cittadino, nonostante le perplessità suscitate

Via l'ordinanza della mascherina obbligatoria. Alessandro Ghinelli, sindaco di Arezzo, ha annunciato in serata - attraverso una diretta facebook - che firmerà la revoca. Il provvedimento era entrato in vigore a fine maggio e rinnovato per un'altra settimana dal primo cittadino, nonostante le perplessità suscitate.

Otto multe in sette giorni

Nel corso degli ultimi sette giorni, a seguito dell'ordinanza, la Polizia municipale di Arezzo ha elevato altre otto multe. Ghinelli ha poi voluto precisare che la revoca rappresenta un passo ragionevole, visto che i comportamenti adottati nei giorni scorsi da cittadini e turisti sono stati corretti, soprattutto in occasione della Fiera Antiquaria ma, ha precisato, "vale comunque l'ordinanza del presidente della Regione: la mascherina va sempre indossata negli spazi chiusi. Stesso discorso in quelli aperti, se non è possibile mantenere il distanziamento sociale. E comunque, fuori casa, bisogna sempre aver dietro la mascherina, nel caso fosse necessario indossarla".

Il testo dell'ordinanza

Ma cosa diceva la prescrizione del sindaco? Ecco il testo.

Ogni qualvolta ci si trovi in spazi all’aperto pubblici o comunque privati aperti al pubblico, in esercizi commerciali aperti al pubblico o in altri luoghi al chiuso accessibili al pubblico, è obbligatorio adottare tutte le misure precauzionali adeguate a proteggere sé stessi e gli altri dal contagio, mantenendo la distanza interpersonale di almeno un metro e indossando necessariamente la mascherina o comunque qualunque altro dispositivo di protezione delle vie respiratorie, purché in grado di coprire naso e bocca e di provvedere contestualmente ad una frequente e puntuale disinfezione delle mani.

La Fiera lascia il Prato?

Ghinelli, nel corso della diretta facebook, ha poi parlato della possibilità di cambiare la disposizione dei banchi della Fiera Antiquaria a partire dalla prossima edizione. "Sono stati sollecitato dagli antiquari del centro storico di Arezzo che vorrebbero che la manifestazione torni negli spazi soliti, invece che al Prato. Perorerò questa causa, vedremo se sarà possibile accontentarli".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio obbligo di mascherina, Ghinelli revoca l'ordinanza: "Ma fuori casa bisogna sempre averla con sé"

ArezzoNotizie è in caricamento