Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Crac Banca Etruria, in aula la vicenda del maxi yacht che non ha mai visto il mare

A ripercorrere le vicissitudini relative all'investimento saranno i testimoni della difesa

 Un maxi yacht mai terminato, ambito pare da personaggi del calibro di Brad Pitt e Angelina Jolie. E' quello attorno al quale ruoterà l'udienza odierna del processo per il crac di Banca Etruria, nel quale 25 ex membri del cda sono accusati di bancarotta fraudolenta o semplice. L’operazione denominata Privilege Yard costò 25 milioni di euro all'istituto di credito aretino. Lo yacht doveva essere una imbarcazione extra lusso, per solcare le onde e approdare nei porti più esclusivi. Ma non ha mai visto il mare: è rimasto nel cantiere navale di Civitavecchia. La ricostruzione della vicenda sarà quella dei testimoni chiamati a deporre dalla difesa. 
Ma non sarà l'unico argomento del dibattito: nell'aula Miraglia, di fronte al collegio presieduto dal giudice Giovanni Fruganti, sarà ripercorsa anche l'intricata vicenda degli investimenti per Villa San Carlo Borromeo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crac Banca Etruria, in aula la vicenda del maxi yacht che non ha mai visto il mare

ArezzoNotizie è in caricamento