Trovati con mazzette da 220mila euro in auto: "Li abbiamo vinti al casinò". Ma scatta il sequestro

E' successo in autostrada del Sole, nei pressi del casello di Arezzo, nei guai due settantenni napoletani

La Polizia di Stato sequestra in autostrada 220mila euro in contanti. E' successo in autostrada del Sole, nei pressi del casello di Arezzo, dove l'importante sequestro è stato effettuato nel corso di un’attività di Polizia Giudiziaria.

Ieri è stata infatti fermata un’autovettura nei pressi dell'uscita di Battifolle con a bordo due cittadini campani di 73 e 70 anni che stavano trasportando 170mila euro in mazzette occultate nel vano portabagagli e 50mila euro, sempre in mazzette, nascoste all’interno degli indumenti di uno dei due fermati.

Al momento del controllo delle due persone, il loro atteggiamento è risultato subito essere agitato, inoltre, i precedenti di polizia risultati dalla banca dati, inducevano gli operatori di Polizia ad effettuare un controllo più approfondito.

Singolare è apparsa la risposta alla domanda degli agenti sulla motivazione del possesso di tale ingente somma di denaro: i napoletani interrogati separatamente fornivano spontanee dichiarazioni che seppur coincidenti in molti aspetti apparivano inverosimili e frutto di un precedente accordo. In sostanza i due hanno dichiarato che erano reduci da un viaggio all'estero e avevano con loro una consistente somma di denaro vinta al casinò. I 220mila euro sono stati versati in un libretto postale fruttifero intestato al Fondo Unico Giustizia e i due partenopei denunciati. Proseguono le indagini per capire l'origine del denaro, da parte della Polizia assieme alla Finanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm in arrivo: regioni chiuse e nuova divisione per colori. Cosa cambia per la Toscana

  • Toscana ancora in zona gialla? Si decide. Nuovo Dpcm: massimo 2 ospiti non conviventi in casa

  • Saturimetro: come funziona e quali sono i migliori modelli da acquistare on line

  • Banda dell'Audi bianca, è caccia aperta: le segnalazioni e la foto virale che fa sperare nell'arresto. Ma è un'altra operazione

  • Marito e moglie fermati da finti militari, picchiati e rapinati

  • "Pettorina finta e Glock in mano, così ho capito che non erano carabinieri". Il vocale che svela i trucchi della banda dell'Audi bianca

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento