Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Ipotesi di istigazione alla truffa, udienza a dicembre per 5 dirigenti della vecchia Etruria

E' stato fissata il 7 dicembre prossimo l'udienza per i cinque dirigenti della vecchia Banca Etruria che lo scorso gennaio furono i primi destinatari di un avviso di chiusura indagine emesso dalla procura di Arezzo in merito al filone di truffa...

rossi_roberto2

E' stato fissata il 7 dicembre prossimo l'udienza per i cinque dirigenti della vecchia Banca Etruria che lo scorso gennaio furono i primi destinatari di un avviso di chiusura indagine emesso dalla procura di Arezzo in merito al filone di truffa, ma la platea degli indagati è ben più ampia.

Per le cinque persone interessate, tutte facenti parte della sede centrale dell'istituto di credito, l'accusa è di istigazione alla truffa: l'ipotesi dei pm coordinati dal procuratore generale Roberto Rossi è che abbiano spinto le filiali a piazzare quante più obbligazioni subordinate possibili. Incentivando i direttori che seguivano le direttive e penalizzando gli altri.

Addebiti che i diretti interessati hanno sempre respinto, sostenendo di aver svolto soltanto il proprio lavoro e che i titoli erano assolutamente sicuri nel momento in cui venivano venduti, senza immaginare l'azzeramento del 22 novembre 2015.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ipotesi di istigazione alla truffa, udienza a dicembre per 5 dirigenti della vecchia Etruria

ArezzoNotizie è in caricamento