Blitz della Finanza in hotel milanese, aretino accusato di tentato riciclaggio. La difesa: "Vittima di una truffa"

Di certo ci sono circa 300mila euro sequestrati dalla Guardia di Finanza di Arezzo in parte durante un blitz in un hotel milanese e in parte in una cassetta di sicurezza di una banca aretina e un'inchiesta per riciclaggio e tentato riciclaggio...

Guardia di Finanza

Di certo ci sono circa 300mila euro sequestrati dalla Guardia di Finanza di Arezzo in parte durante un blitz in un hotel milanese e in parte in una cassetta di sicurezza di una banca aretina e un'inchiesta per riciclaggio e tentato riciclaggio condotta dalla Procura di Milano. E' una vicenda da film, tanto intricata quanto incredibile, quella che vede coinvolto un imprenditore aretino, S. F., che probabilmente pensava di poter fare un affare lecito e che invece si è trovato nel mirino delle Fiamme Gialle. Vittima di una truffa, secondo la difesa. Pronto a riciclare soldi di provenienza illecita, secondo la Procura.

La verità dovrà essere ricostruita nelle aule giudiziarie di Milano. I FATTI

Secondo gli inquirenti, l'aretino si sarebbe detto disponibile a cambiare soldi di provenienza illecita - che gli avrebbe dovuto consegnare un francese (che si spacciava per israeliano) - con soldi puliti, guadagnando una provvigione del 20 per cento sulla somma.

Diversa la ricostruzione della difesa dell'uomo, sostenuta dall'avvocato Niki Rappuoli.

Tutto è iniziato alcuni mesi fa, quando S.F. viene contattato da un altro aretino, A.S., e da una donna di Figline Valdarno, che gli propongono un affare: un facoltoso israeliano con a disposizione molti contanti in pezzature da 500 euro, avendo saputo dell'esistenza di una proposta di legge per eliminare questa pezzatura, stava cercando un privato per scambiare i soldi in tagli più piccoli. In realtà un servizio di questo genere è offerto anche da istituti di credito svizzeri, che chiedono una provvigione del 7 per cento, "Ma il facoltoso imprenditore - spiega la difesa - sosteneva di voler evitare tutti i cavilli burocratici e proponeva uno scambio a un privato con una provvigione del 20 per cento".

Stando alla ricostruzione del legale, l'aretino si dimostra interessato e c'è un primo scambio il 1 febbraio: 10 mila euro. I due si prendono le misure, i soldi sono "buoni" e S.F. decide di procedere nell'affare. Ma vuole qualche certezza in più: chiede una sorta di dimostrazione di fiducia, così i due si incontrano di nuovo e in quell'occasione si scambiano i preziosi orologi che hanno al polso. Tornato ad Arezzo però l'aretino scopre che il Rolex che gli è stato dato è falso: nascono perciò i primi dubbi. "Il mio cliente però - spiega Rappuoli - era convinto che lo scambio di banconote fosse una cosa lecita, prende le sue precauzioni e decide di andare avanti". L'aretino avrebbe infatti contattato due banche milanesi che si erano dette disponibili ad ospitare lo scambio in una saletta al loro interno, per non correre rischi. Ma il francese non ne avrebbe voluto sapere. Allora S.F. ha deciso di prenotare due stanze allk'hotel Four Season. Lo scambio di banconote questa volta sarebbe stato ingente, 250mila euro. Prima di partire alla volta di Milano, perciò, l'aretino ha incaricato un'agenzia di sicurezza di seguirlo e si è premurato che venissero montate delle telecamere all'interno delle camere. IL BLITZ

Lo scambio era fissato per il 1 marzo. Le Fiamme gialle da tempo stavano intercettando, per un'altra inchiesta, le telefonate dell'aretino, e si sono preparate per cogliere in flagrante i due. Ma nelle stanze dell'albergo insieme all'aretino e ai personaggi che lo hanno messo in contatto con il francese, non è stato trovato nessun altro. Lo scambio era andato a monte: il francese infatti non si è presentato, ha mandato al suo posto due donne, forse dell'Europa dell'est e probabilmente senza i contanti.

L'aretino avrebbe mostrato i soldi, li avrebbe contati di fronte a loro, immortalato dalle telecamere. Ma alla richiesta delle due donne di ricontarli con le loro mani, avrebbe deciso di bloccare l'affare. I 250 mila euro sarebbero quindi stati riposti sotto chiave nella cassetta di sicurezza della camera e le due donne se ne sarebbero andate.

A quel punto ci sarebbe stato il blitz della Guardia di Finanza che ha fatto irruzione nella stanza, trovando e sequestrando tutti i soldi dell'aretino. Sotto sequestro anche i video registrati dalle telecamere montate per immortalare quello scambio mai avvenuto. I filmati saranno utilizzati dalla Procura di Milano per ricostruire la vicenda.

Sull'aretino pende adesso l'accusa di riciclaggio (per i 10 mila euro scambiati il 1 febbraio e trovati dagli inquirenti in una cassetta di sicurezza di una banca aretina) e di tentato riciclaggio per quello scambio, mai avvenuto, nell'hotel milanese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La difesa annuncia che ricorrerà al riesame per dissequestrare i contanti. Resta il mistero sull'origine dei soldi che il francese voleva scambiare: secondo la procura che indaga sarebbero stati chiari proventi di illeciti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

  • Malore a scuola: docente trasferita a Siena in codice rosso

  • Tutti i sindaci di Arezzo dal 1946 ad oggi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento