"Buoni alimentari e bonus affitto: gravi ritardi dalla coppia Ghinelli-Tanti"

"Fondi regionali e istituzione dei buoni spesa per le persone in difficoltà per l’emergenza Covid sono stati stanziati. Il Comune di Arezzo ha accumulato forti ritardi nell’erogazione di tali contributi"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ArezzoNotizie

AREZZO 29 SETTEMBRE: In piena emergenza COVID in data 31 Marzo il governatore Rossi ha prodotto con la delibera 331 un provvedimento a sostegno dei canoni di locazione per i mesi di Aprile Maggio e Giugno per i lavoratori con minori entrate a causa del lock down. Nello stesso tempo il Governo aveva definito l'erogazione di buoni spesa da parte dei Comuni a partire dallo stesso mese di Aprile. Il Comune di Arezzo si è distinto per la lentezza dell’erogazione di tali fondi. La Conferenza Donne Democratiche a tal proposito ha effettuato un’analisi dello stato dell’arte nell’erogazione dei contributi: il Comune di Arezzo ha Deliberato di destinare a questo intervento € 373.914 di fondi regionali. La graduatoria provvisoria è stata pubblicata a giugno, graduatoria definitiva Provvedimento n. 1707 del 5 Agosto (beneficiari oltre 200). La liquidazione del beneficio avverrà dopo la conferma del permanere dei requisiti previsti dal bando tramite la compilazione e l'invio di apposita autocertificazione. La domanda è: degli oltre 200 beneficiari, quanti hanno ottenuto ad oggi il contributo? Per quanto riguarda invece i buoni spesa, il Governo tramite Dipartimento Protezione Civile ha destinato al comune di Arezzo € 525.803 nel mese di Marzo, ne sono stati messi a bando solo € 500.000 ad aprile, Graduatoria definitiva emessa il 4 Giugno e contestualmente iniziata l'erogazione dei buoni, quando altri Comuni limitrofi hanno iniziato ad erogare buoni spesa già dal mese di Aprile. E qui sorgono due domande: perché solo 500.000? Perché ad un provvedimento urgente di solidarietà alimentare viene data attuazione solo dopo due mesi? Stiamo parlando di una sensibilità verso gli scudi sociali che questo Comune non ha mai dimostrato e che in questo caso ha lasciato colpevolmente sole persone con bisogni e necessità urgenti ed essenziali. Si è parlato anche ieri sera nel confronto fra i due candidati sindaco di sanità e sociale. Le mancanze dell'attuale giunta si possono leggere nella cronologia dei provvedimenti che dovevano essere di EMERGENZA ma che evidentemente sono stati considerati meno importanti della quotidiana conferenza stampa per raccontare ai cittadini di Arezzo una storia diversa dalla realtà.

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento