rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Sicurezza

Disinfestare casa dalle zanzare, quando e come farla

Le zanzare sono una presenza fissa d’estate e per tenerle lontane da casa bisogna ricorrere in alcuni casi alla disinfestazione

L'estate fa rima con zanzare. Insetti che popolano questa stagione, spesso anche aggressive, fastidiose. Anche se ogni anno ci si ripromette di fare di tutto per allontanarle definitivamente da casa, spesso capita di farsi trovare impreparati e il problema rimane irrisolto.

L’estate significa soprattutto “riconquistare” gli spazi esterni dell’abitazione, come i terrazzi e i giardini, peccato che le zanzare siano le intruse pronte a rovinare questi momenti. I rimedi per disinfestare casa da questi insetti sono numerosi e più semplici da attuare di quello che si potrebbe immaginare. Per rilassarsi e dormire sonni tranquilli basta davvero pochissimo!

Si può provare ad utilizzare delle piante contro le zanzare oppure ricorrere alle zanzariere, sia quelle elettriche che quelle da applicare a porte e finestre. Nei casi in cui siamo davanti a una vera e propria invasione, allora dobbiamo ricorrere alla disinfestazione. Per renderla efficiente dobbiamo organizzarci per tempo e fare tutto quello che serve.

Prima della disinfestazione

Le zanzare depositano le uova nel mese di marzo, quindi per limitare la presenza di questi insetti, dobbiamo ridurre le aree in cui c’è acqua stagnante e umidità. Questo vuol dire che bisogna mantenere i sottovasi dei fiori asciutti o lasciare i contenitori in giardino o in terrazzo scoperti o privi di tappo, perché con la pioggia potrebbero riempirsi d’acqua e attirare le zanzare.

Quando fare la disinfestazione

Il periodo migliore per fare la disinfestazione va da giugno a settembre, perché questi sono i mesi in cui le zanzare sono più attive a causa dell’umidità presente nell’aria. Per rendere efficace l’operazione, è assolutamente necessario effettuarla in questo periodo specifico perché se si anticipa o si ritarda l’intervento potrebbe risultare vano.

Contattando un professionista, questo non solo studierà l’intervento in base alle caratteristiche del posto, ma stabilirà anche l’orario più indicato. Di solito la parte della giornata migliore è quella notturna o la mattina all’alba quando si tratta di zanzare comuni, mentre per la zanzara tigre il momento più indicato della giornata è il tardo pomeriggio quando la temperatura si aggira intorno ai 20 gradi. Visto che questa particolare specie produce uova anche in inverno, è possibile organizzare una disinfestazione sia in questa stagione che in estate.

Quanti cicli di disinfestazione realizzare

Per liberarci delle zanzare è necessario intervenire con diversi cicli mirati. Il primo dovrebbe avvenire nel mese di marzo ed è un intervento anti-larve, quindi agisce prima che queste diventino insetti. Successivamente studiando la quantità e campionando la zona, si potrà capire quanti interventi effettuare e con quale cadenza.

Come comportarsi durante la disinfestazione

Mentre si svolge questa attività bisogna rimanere in casa e chiudere porte e finestre. Lo stesso vale per gli animali domestici, perché anche se vengono utilizzati prodotti non altamente tossici, è meglio prendere le dovute precauzioni.

Inoltre, è consigliabile non lasciare panni stesi o cibo su balconi o terrazzi, e se si ha un orto in giardino, si dovrebbero aspettare 48 ore prima di consumare ortaggi e verdura facendo attenzione a lavarli bene.

Prodotti online

Antizanzare ultrasuoni

Insetticida antizanzare giardino

Insetticida concentrato

Nebulizzatore a pressione

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disinfestare casa dalle zanzare, quando e come farla

ArezzoNotizie è in caricamento