rotate-mobile
Sicurezza

Cimici del letto, cosa sono e come liberarsene. I consigli

Nel caso la presenza delle cimici sia massiccia, infine, è meglio affidarsi agli esperti che agiranno con prodotti specifici e sicuri

La loro puntura non crea infezioni ma può provocare reazioni allergiche. Inoltre, ritrovarsele tra le lenzuola non è mai una bella sorpresa. Sono le cimici del letto gli insetti autunnali che entrano nelle abitazioni attraverso porte, finestre e crepe nei muri e che si annidano tra le coperte e il materasso. Come liberarsene? Ecco qualche consiglio utile.

Cosa sono le cimici del letto

Le cimici del letto hanno un corpo appiattito di colore rossastro e sono senza ali. Fanno parte della famiglia delle Cimicidae, insetti ectoparassiti ematologi che si nutrono di sangue. La loro puntura non crea infezioni, ma solo delle reazioni allergiche, molto simili a quelle delle zanzare, a causa di alcune sostanze contenute nella saliva delle cimici. Un esemplare adulto vive tra i 4 e i 6 mesi e in casi estremi può arrivare fino a 2 anni. Mentre di giorno le cimici si annidano nel materasso, lungo le cuciture e le pieghe, ma anche tra le lenzuola, la sera, attratte dal calore e dall’anidride carbonica emessa dal capo umano, escono per "attaccare".

Punture delle cimici, i sintomi

Le punture delle cimici del letto sono molto simili a quelle di altri insetti e creano chiazze rossastre caratterizzate da un puntino bianco al centro e in alcuni casi possono gonfiarsi. Di solito non appaiono da sole, ma ce ne sono almeno tre o quattro vicine. Spesso pruriginose, dopo qualche giorno spariscono senza lasciare segni. Nei casi peggiori si possono avere infiammazioni, lesioni cutanee e infezioni. In questo caso è bene rivolgersi a un medico.

Come individuare le cimici dei letti

Anche se si tratta di insetti piccoli, sono visibili ad occhio nudo: per capire se il materasso o le lenzuola sono state infestate, con l’aiuto di una torcia basta osservare il materasso, la testata e il cuscino alla ricerca di residui come gli escrementi o le macchie di sangue causate dall’eventuale schiacciamento delle cimici.

Come eliminare le cimici dei letti

Nonostante il nome, le cimici non vivono solo nei letti, ma anche nei muri, nelle scatole di cartone, sui vestiti. Quindi il primo passo è sostituire il cartone con le scatole di plastica, mettere in ordine, inserire i vestiti all’interno di sacchi di plastica, e pulire le superfici infestate con prodotti antibatterici. Infine è consigliabile passare l’aspirapolvere in ogni angolo della stanza e per disinfettare i vestiti o i peluche ci si può affidare al vapore, in grado di uccidere le cimici e le loro uova e igienizzare allo stesso tempo.

Nel caso in cui abbiate trovato tracce di cimici nei vostri letti, la prima cosa da fare è lavare lenzuola e federe per inserirle successivamente nell’asciugatrice. Poi procedete con l’igienizzazione del materasso attraverso prodotti antibatterici, antiparassitari e la vaporella.

Oltre a questi metodi ci sono anche i "rimedi della nonna" come:

  • Aglio: ha un odore intenso che infastidisce le cimici e nello stesso tempo è anche un antiparassitario. Per essere efficace, dovete posizionare qualche spicchio vicino alle finestre o negli angoli in cui potrebbero annidarsi gli insetti;
  • olio di neem: diluito in acqua, deve essere spruzzato su materassi, cuscini e mobili, il suo aroma allontanerà immediatamente le cimici
  • tea tree oil: anche in questo caso il deterrente è rappresentato dal profumo intenso, quindi per funzionare spruzzatelo sulle zone infestate o diluitelo con il detersivo;
  • bicarbonato: è un prodotto naturale e altamente igienizzante. Per eliminare le cimici cospargetelo sul materasso, lasciatelo agire per 24 ore e poi eliminate i residui con l’aspirapolvere.

Nel caso la presenza delle cimici sia massiccia, infine, è meglio affidarsi agli esperti che agiranno con prodotti specifici e sicuri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cimici del letto, cosa sono e come liberarsene. I consigli

ArezzoNotizie è in caricamento